giovedì 27 marzo 2014

Lei/She (Spike Jonze)

"Lei" è un film del 2013 scritto da Spike Jonze che ha vinto un oscar per la miglior sceneggiatura originale.
E' ambientato in un vicino futuro e parla della storia d'amore fra un uomo e un sistema operativo dotato di intelligenza artificiale. I personaggi sono estremamente credibili, con le loro debolezze e le loro contraddizioni e la storia è trattata con molta naturalezza. Nonostante sia una storia d'amore ancora irrealizzabile, il film scorre senza forzature e anzi con alcune trovate davvero geniali.
Il film è ambientato in un futuro non troppo lontano, con una tecnologia appena più evoluta della nostra. Nonostante sia privo di brutture come la sporcizia e la povertà (tutti i personaggi sembrano appartenere ad una classe medio alta), non risulta asettico grazie al design di interni colorato e in materiali "caldi" come il legno. Lo stesso succede per i costumi, che sono il sogno proibito di un hipster, con pantaloni a vita altissima, occhiali da vista tondi, camicie, mutandoni terrificanti, scarpe stringate, pinocchietti, maglioni e così via.
I personaggi stessi hanno una sensibilità da alta borghesia alternativa rispecchiata dal loro stile, con una tendenza ad un'introspezione fin esagerata, un misto di intellettualismo e cultura popolare, l'apparente mancanza di pregiudizi, le velleità artistiche e un uso eccessivo del termine "dolce"...
Gli attori recitano splendidamente, soprattutto Joaquin Phoenix che fa la parte del protagonista. Invece la doppiatrice di Scarlett Johansson che fa la voce dell'IA non mi ha convinto del tutto, ma credo sia un problema mio perché la Pelosa Metà invece l'ha apprezzata.
La fotografia è meravigliosa.
L'ho trovato un film stupendo, romantico e non scontato. E' perfetto per una serata con la persona di cui siete innamorati.

"She" is a 2013 film written by Spike Jonze who won an Oscar for Best Original Screenplay.
It's set in a near future and tells of a love story between a man and an operating system equipped with artificial intelligence. The characters are very believable, with their weaknesses and their contradictions and the story is treated with great naturalness. Although it is a yet unattainable love story, the film runs without seeming strained, with some really brilliant idea.
The film is set in a not too distant future, with a technology just more advanced than ours. Although it is free of nasty things such as dirt and poverty (all the characters seem to belong to an upper middle class) , it is not aseptic thanks to the colorful interior design and "warm" materials like wood. The same goes for the costumes, which are the forbidden dream of a hipster, with high-waisted pants , round glasses , shirts, terrifying knickers, lace-up shoes, cropped trousers, sweaters and so on.
The characters themselves have an alternative bourgeoisie sensitivity reflected by their style, with a tendency to exaggerated introspection, a mixture of intellectualism and popular culture, the apparent lack of prejudice, artistic ambitions and an excessive use of the term "sweet "...
The actors play beautifully, especially Joaquin Phoenix who has the role of the protagonist.
The photography is wonderful.
I found it a wonderful film, romantic and not predictable. It's perfect for an evening with the person you love.

7 commenti:

Rhiannon ha detto...

I saw this last night and loved it! I was a bit put off by the seemingly hipster look and feel of it at first, but then I realised it was making fun of itself. A lot of people, especially women, we're laughing out loud at some parts of it, and it was very witty in places. I'm glad you also enjoyed it! Maybe I'll try and review it myself soon...

Nyu Sumeragi ha detto...

La mia opinione la conosci.. anche se continuo a leggere cose positive, io non riesco proprio a vederle in questo film!

Piperita Patty ha detto...

@Rihannon: I would really like to read you review!!!

@Rihannon: lo so! E condivido i tuoi punti, solo che non li vedo negativamente come te.

Bianca ha detto...

Io invece l'ho odiato e in certi momenti ero quasi imbarazzata da quanto mi sembrava ridicolo. Chissà, forse non ero nel mood giusto o forse la (dicono) ottima interpretazione della Johansson mi avrebbe coinvolto di più. La voce della Ramazzotti mi irritava tantissimo...che poi dico: un sistema operativo con l'accento romanaccio???

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

Dove vado non smetto di dire che è un film che mi ha fatto impazzire!
Uno dei migliori che abbia mai visto

Nyu Sumeragi ha detto...

@Bianca.. tu mi capisci... l'ho visto esattamente come lo hai visto tu!

Piperita Patty ha detto...

@Bianca: purtroppo sul doppiaggio della Ramazzotti concordo in pieno. Di tutto il resto magari discuteremo in seguito, però da quel che ho capito questo film o lo si ama o lo si odia, l'indifferenza non esiste.

@Marco: a questo punto voglio la tua recensione (se non l'hai già fatta e me la sono persa :P)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...