mercoledì 22 febbraio 2017

Fairytales happen

Orecchini/Earrings: fatti io/selfmade
Cardigan: H&M young (5€ on sale)
Gonna/Skirt: Tally Weijl (10€ on sale)
Calzamaglie/Tights: bho
Stivali/Boots: Piazza Italia (10€ on sale)

martedì 21 febbraio 2017

Cappuccetto rosso: la camicia/Little Red Riding Hood: the blouse

I miei esperimenti con i timbri sono tutt'altro che finiti. Ci ho messo moltissimo ad elaborare l'idea per questi, perché volevo creare dei timbri complementari, basati sull'idea di ying e yang.
Per la stampa ho scelto una camicia di cotone con il colletto alla Peter Pan e un fiocco anteriore. Per quanto riguarda i colori, mi è sembrato ovvio usare il rosso per Cappuccetto e il nero per il lupo.
Sono estremamente soddisfatta del risultato!
Credo che una stampa del genere starebbe molto bene anche sull'orlo di una gonna.

My experiments with stamps are far from finished. It took me a lot to develop the idea for these, because I wanted to create complementary stamps, based on the idea of yin and yang.
I chose to print a cotton shirt with a Peter Pan collar and a front bow. As for the colors, it seemed obvious to use Red for Little Red Riding Hood and black for the wolf.
I am extremely satisfied with the result!
I think that a pattern like that would fit well the hem of a skirt too.

Like a bee

Ape/Bee: Hobby Show (2€)
Cardigan: usato (mamma)/used (mum)
Vestito/Dressmercato in Liguria/open air market in Liguria (12€)
Calzamaglie/Tights: boh
Stivali/Boots: Piazza Italia (10€ on sale)

lunedì 20 febbraio 2017

The Nice Guys

The Nice Guys poster.png
"The Nice Guys" è un film del 2016 diretto e co-scritto da Shane Black  Anthony Bagarozzi.
E' ambientato a Los Angeles nel 1977 e si incentra su di un picchiatore a pagamento e su di uno spiantato detective alla ricerca della stessa misteriosa ragazza, Amelia.
Il film contiene moltissimi stereotipi del noir: ambientazione cittadina, un detective che ha perso la fiducia nel mondo, cattivi senza scrupoli, donne fatali (in tutti i sensi), vari paesaggi notturni, pessimismo, una bella ragazza in pericolo, protagonisti moralmente ambigui. Insomma, è un film con tutti i crismi per rientrare nel genere. Quello che è ben poco noir sono la città e i costumi coloratissimi, tipici dell'epoca (dai completi color pastello a tenute alla Disco Stu), la musica del periodo, ma soprattutto un umorismo demenziale che riesce a giocare sui particolari apparentemente insignificanti (niente è per caso).
"The Nice Guys" è anche un buddy movie: i protagonisti Jackson Healy (Russell Crowe) e Holland March (Ryan Gosling) hanno una chimica perfetta e insieme funzionano benissimo. I loro personaggi sembrano creati prendendo due personaggi standard del noir e scambiandone qualche tratto, per cui in singolo riescono a non essere banali e in coppia hanno tutto l'impatto dello stereotipo.
Il ritmo è ottimo, fra ironia e colpi di scena il film non perde un colpo dall'inizio alla fine.
Insomma consigliatissimo!

"The Nice Guys" is a 2016 film directed by Shane Black and co-written by him with Anthony Bagarozzi.
It's set in Los Angeles in 1977 and focuses on a hired enforcer and on a third-rate detective searching for a mysterious girl, Amelia.
The film contains a lot of noir stereotypes: an urban setting, a detective who has lost faith in the world, evil antagonists, femme fatale (in all senses), various nightscapes, pessimism, a beautiful girl in danger, morally ambiguous protagonists. In short, it is a film that could really fit in the genre. What are not so noir are the colorful city and costumes, typical of the time (from pastel suits to Disco Stu like outfits), the music of the period, but also a zany humor that plays on seemingly insignificant details (nothing is by chance).
"The Nice Guys" is also a buddy movie: the protagonists Jackson Healy (Russell Crowe) and Holland March (Ryan Gosling) have a perfect chemistry and they work great together. Their characters seem to be created by taking two standard noir characters and mixing up some feature, so that they are not banal as individual and have all of the impact of a stereotype as a couple.
The rhytm is great, between the irony and twists the film keeps the audience entrateined from start to finish.
In short, highly recommended!

Cut it Out

Elastico per capelli/ScrunchiePrimark (2x2€)
Cardigan: H&M young (5€ on sale)
Vestito/Dress: vintage, mercato di Papiniano/vintage, Papiniano open air market, Milan (5€)
Calzamaglie/Tights: mercato di via Valvassori Peroni, Milano/Valvassori Peroni Street open air market, Milan (1,70€)
Scarpe/ShoesH&M, regalo/H&M, present (15€ on sale)

Dopo un paio di anni senza metterlo e senza volerlo dare via, mi sono finalmente decisa a tagliare il mio vestito vintage a quadretti preso anni fa al mercato di Papiniano. Per renderlo più "moderno" (diciamo meno "La casa nella prateria" e più anni '50) ho tagliato la gonna sotto l'ultimo bottone e ho accorciato di due terzi anche le maniche. Mi sono dimenticata di fare le foto del prima, quindi ve ne allego due vecchissime.
Sono riuscita a completare la modifica in tempo per mettere il vestito a San Valentino e ne sono molto soddisfatta. Spero proprio di ricominciare a metterlo.

After a couple of years without wearing it and without wanting to give it away, I finally decided to cut the vintage gingham dress I bought years ago at the market. To make it more "modern" (Less 'Little House on the Prairie " and more 50s) I cut it under the last button, and I shortened the sleeves of two thirds too. I forgot to take pictures of the before, so here are two very old ones.
I managed to complete the alteration in time to wear the dress on Valentine's Day, and I am very satisfied. I hope to start to wear it regularly.

venerdì 17 febbraio 2017

Something New: Tales from a Makeshift Bride (Lucy Knisley)


"Something New: Tales from a Makeshift Bride" è il quinto fumetto autobiografico dell'autrice statunitense Lucy Knisley. E' stato pubblicato nel 2016 dalla First Second Books. Al momento non è disponibile un'edizione in italiano.
Avevo adorato lo stile di narrazione e di disegno dell'autrice in "Acquolina: la mia vita fra i fornelli", che è tuttora uno dei miei fumetti preferiti, e, sentendo avvicinarsi il giorno del mio matrimonio, ero curiosissima di leggere questo fumetto in cui racconta il suo.
"Something New" alterna la narrazione autobiografica vera e propria a curiosità su tradizioni matrimoniali più o meno conosciute e sulla loro origine, liste di tutti i generi (film a tema, idee alternative per gli anelli, il kit per una brutta rottura...), idee e tutorial per realizzare accessori e oggetti per il matrimonio e ad almeno una ricetta.
Si tratta di un libro che si può leggere su più livelli: come fumetto autobiografico, come spunto per riflettere su di un'istituzione che troppo spesso si dà per scontata, come lista di idee e cose da fare per un matrimonio (attenzione però che i matrimoni statunitensi sono un po' diversi. A me sono venuti un po' di sudori freddi a leggere certi particolari, ma dopo aver chiesto disperata a mamma e amici, ho scoperto con sollievo che in Italia nessuno li avrebbe pretesi).
La lettura riesce a non essere mai noiosa perché il tono passa da serio a divertente nell'arco di poche pagine. Ci sono riflessioni serie sugli stereotipi di genere, momenti esilaranti come la prova dell'abito e così via, in una continua altalena di emozioni.
Inoltre la protagonista è un personaggio con cui ci si riesce ad immedesimare nonostante le sue peculiarità.
Lo stile di disegno è quello tipico della Knisley, stilizzato, tondeggiante, molto pulito, leggermente underground, con una colorazione vagamente vintage.
E' un fumetto da leggere e rileggere, in cui trovare ogni volta qualcosa di diverso.
Può essere una stupenda idea regalo per un'amica o un amico che si sposano.

"Something New: Tales from a Makeshift Bride" is the fifth autobiographical comic by the U.S.A. author Lucy Knisley. It was published in 2016 by First Second Books.
I loved the author's storytelling and drawing style in "Relish: my Life in the Kitchen" which is still one of my favorite comics, and, feeling my wedding day approaching, I was curious to read this comic where she tells about hers.
"Something New" alternates the real autobiograpy with curiosities about more or less known wedding traditions and their origins, lists of all kinds (themed films, alternative ideas for the rings, a bad breakup kit...) ideas and tutorials to create accessories and items for the wedding and at least one recipe.
It is a book that can be read on several levels: as an autobiographical comic, as a starting point to reflect on an institution that is too often taken for granted, as a list of ideas for things to do for a wedding (mind that your country's wedding tradition may be a bit different from U.S.A.'s. I want to specyfy it because Italy's are quite similar, but not completely. I broke in cold sweat reading about certain details, but after desperately asking my mom and friends, I discovered with relief that they weren't a thing in Italy).
This comic manages never to be boring because the tone changes from serious to ironic in the space of a few pages. There are serious reflections on gender stereotypes, hilarious moments as the dress fitting and so on, in a continuous swing of emotions.
In addition, the protagonist is a character with which the reader can empathize despite her peculiarities.
The drawing style is Knisley's typical one stylized, rounded, very clean, slightly underground, with a vaguely vintage coloration.
It's a comic to read and re-read, to find something different every time.

Mint & butterflies

Orecchini/Earrings: fatti a mano, festa della scuola giapponese di Milano/handmade, japanese school's of Milan open day (10€)
Collana/NecklaceTally Weijl (3x4€ on sale)
Cardigan: H&M, regalo (mamma)/H&M, present (mum) (7€ on sale)
Vestito/Dress: H&M (10€)
Calzamaglie/Tights: boh
Stivali/Boots: Piazza Italia (10€ on sale)

giovedì 16 febbraio 2017

Agriturismo Boccapane

Per San Valentino io e la Pelosa Metà siamo andati alla speciale cena organizzata dall'Agriturismo Boccapane, che si trova in Località Boccapane 1, a Pometo, in provincia di Pavia, ad un'ora e mezza da Milano (in caso prendete la strada che passa da Pavia, noi all'andata ne abbiamo presa una tremenda in mezzo ai campi).

Il menù di San Valentino voleva essere un mix di tradizione e innovazione. Aveva un prezzo fisso di 30€ a persona, esclusi vini, caffé e distillati.
C'era un pre-aperitivo buonissimo di grissini di brisè con due patè, uno vegetale ai peperoni e uno che non abbiamo capito cosa fosse.
L'antipasto era un piatto con duls in brusc (una specie di insalata di pollo), salumi e gnocco fritto, cotechino in crosta e caprino con bacche selvatiche. Il salame era eccellente, e il duls in brusc molto interessante.
Come primi piatti c'erano dei ravioli alla Valentino che, nonostante il bell'aspetto, non ci hanno entusiasmato e un riso venere croccante buonissimo con verdure e fonduta.
Come secondi c'erano tartare in fiore con misticanza di stagione e involtino di maiale alle prugne con patate fondenti. Entrambi erano molto buoni.
C'erano anche due dessert: tortino al cioccolato con il cuore caldo e panna cotta con coulis di lamponi.
Nel prezzo era incluso anche un cestino di pane in cui c'erano due tipi di pane e una schiacciata spettacolare.
Le porzioni erano più abbondanti di quanto ci aspettavamo dato il numero dei piatti.
Abbiamo assaggiato anche una bottiglia del vino rosso che producono loro, che ci è piaciuto.
Volendo c'era anche un menù a 15€ per i bambini (antipasti, pasta al pomodoro/in bianco/al pesto, cotoletta alla milanese e patatine fritte) e si poteva richiedere un menù speciale per persone vegetariane o intolleranti.
È possibile pranzare e cenare all'agriturismo il venerdì, il sabato e la domenica. Nei mesi di luglio e agosto sono aperti tutti i giorni su prenotazione. In primavera, estate e autunno, clima permettendo, è possibile mangiare all'esterno sotto il portico.
Per qualsiasi informazione vi rimando al sito ufficiale:
http://www.boccapane.it/

Jeans and paperboats

Orecchini/Earringsfatti io/selfmade
Cardigan: H&M young (5€ on sale)
Maglietta/Teefatta io/selfmade
Pantaloni/Trousersusati, mercato di via Valvassori Peroni, Milano/used, Valvassori Peroni Street open air market, Milan (5€)
Stivali/Boots: Piazza Italia (10€ on sale)

mercoledì 15 febbraio 2017

Lego Batman/The Lego Batman Movie

The Lego Batman Movie PromotionalPoster.jpg
"LEGO Batman - Il film" (The Lego Batman Movie) è un film statunitense d'animazione del 2017, diretto da Chris McKay e sceneggiato da Seth Grahame-Smith, Chris McKenna, Erik Sommers, Jared Stern e John Whittington.
E' uno spin-off del film "The LEGO Movie" del 2014, anche se può essere visto anche indipendentemente da esso.
Il film racconta un'avventura di Batman, eroe imbattibile, ma costretto alla solitudine dalla paura di poter perdere di nuovo la propria famiglia. Durante il corso del film Batman incontrerà il nuovo commissario Barbara Gordon, adotterà l'orfano Dick Grayson e dovrà combattere un nuovo piano del Jocker.
In questo secondo film della saga torna con il botto l'umorismo che aveva reso "The LEGO Movie" un successo. "LEGO Batman" sfrutta tutti i punti deboli dell'universo di Batman per creare gag riuscitissime: la serie TV degli anni '60 (spray per squali compreso), l'imbarazzante costume di Robin, gli strani rapporti fra i vari personaggi... A questo vengono aggiunti crossover che sfidano qualunque razionalità mandando i nerd in visibilio: Lord Voldemort, Sauron, King Kong, i Dalek e così via. Il tutto viene completato da un'ulteriore dose di umorismo demenziale per un risultato scoppiettante dall'inizio alla fine. Nota di merito per la pletora di doppi sensi fatti in modo che gli adulti capiscano e i bambini (probabilmente) no.
L'ho trovato ancora più divertente di "The LEGO Movie". Altri miei amici non condividono, ma è innegabilmente un film ben fatto. E non ci sono solo le risate: la trama funziona e c'è una morale banalotta, ma carina e condivisibile.
Da non perdere!

"The Lego Batman Movie" is a 2017 U.S.A. computer animated film, directed by Chris McKay and written by Seth Grahame-Smith, Chris McKenna, Erik Sommers, Jared Stern and John Whittington.
It's a spin-off of "The LEGO Movie", released in 2014, but it has an independent storyline.
The film tells about adventure of Batman, who is an unbeatable hero, but in forced to loneliness by his fear of losing his family again. During the course of the film Batman meets the new police chief Barbara Gordon, adopts the orphan Dick Grayson and fights a new plan by Jocker.
In this second film in the series, returns the humor that made "The LEGO Movie" a success. "The Lego Batman Movie", to create very successful gags, takes advantage of all the weak points of the Batman universe: the TV series of the '60s (including the anti-sharks spray), Robin's embarrassing costume, the strange relationships between the characters... to this are added crossovers that defy any rationality sending nerds into raptures: Lord Voldemort, Sauron, King Kong, the Daleks and so on. The whole is completed by a further dose of zany humor to a cracking result from start to finish. I also really appreciated the plethora of two ways made so that adults understand them and children (probably) not.
I found it even funnier than "The LEGO Movie." Other friends of mine do not share this opinion, but it is undeniably a well-made film. And there aren't only laughters: the plot works, and there is a moral that is quite banal, but nice and shareable.
Not to be missed!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...