mercoledì 25 novembre 2015

Bilbolbul

Sabato scorso sono andata alla IX edizione di Bilbolbul, il festival internazionale del fumetto che si tiene a Bologna. Era la prima volta che che ci andavo e mi è piaciuto molto. E' molto diverso dagli altri festival a cui sono stata perché si concentra molto di più sulle mostre degli artisti e pochissimo sulla vendita di articoli. Anche gli articoli in vendita sono tutti fumetti, di merchandising ce n'è pochissimo e quasi tutto per finanziare la manifestazione.
Oltre alle mostre (in genere piccole, ma quasi tutte gratuite) c'erano workshop, tavole rotonde, eventi per ragazzi, performance, tutto sparso per Bologna che è una bellissima città.
Lo spazio dedicato alla vendita era la bellissima biblioteca Salaborsa, che ospitava anche la mostra "Piccoli poteri, grandi responsabilità", in cui venivano esposte le tavole vincitrici di un concorso in cui si chiedeva di immaginare supereroi con poteri inutili. Alcune erano molto carine, ma ovviamente il livello era amatoriale.

Last Saturday I went to the ninth edition of Bilbolbul, the international festival of comics held in Bologna. It was the first time that I went there and I loved it. It's very different from the other festivals where I have been because it focuses more on the artist's exhibitions and less on selling stuff. Even the items that they sold were mostly comics, there were few gadget and almost all to finance the event.
In addition to exhibitions (usually small, but almost all of them free) there were workshops, discussions, events for kids, performances, all scattered throughout Bologna which is a beautiful city.
The space dedicated to sales was the beautiful Salaborsa library, which also housed the exhibition "Small powers, great responsibility", in which were exposed the tables of the stories that won a contest in which was asked to imagine superheroes with useless powers. Some were very nice, but obviously the level was amateur.

La seconda mostra che ho visitato era quella dedicata alla casa editrice inglese Breackdown Press. era un po' deludente in quanto conteneva solo tavole dei tre principali autori della casa editrice. C'erano tavole da Windowpane di Joe Kessler, art director e artista della rivista, che erano interessanti per il processo, ma non memorabili per il contenuto. Poi c'erano tavole di Richard Short che mi hanno ricordato Krazy Kat, ma in maniera meno divertente, e di Antoine Cossè, un fumettista francese.

The second exhibition I visited was the one dedicated to the British publisher Breackdown Press. It was a bit disappointing as it contained only tables of its three main authors. There were tables from Windowpane by Joe Kessler, artist and art director of the magazine, which were interesting for the process, but not memorable for the content. Then there were tables by Richard Short, who reminded me of a less funny Krazy Kat, and by Antoine Gosse, a French cartoonist.

Al museo civico di arte industriale e galleria Davia Bargellini c'erano vari disegni e cartelli di Benoît Preteseille, integrati con la mostra. Erano molto divertenti, anche se davvero pochi. E' stata l'unica mostra a pagamento (5€) che ho visitato.

At the museum of industrial art and and Davia Bargellini gallery there were various drawings and signs by Benoît Preteseille, integrated with the exhibition. They were very funny, even if very few. It was the only non free exibition (5€) that I visited.

Al museo internazionale e biblioteca della musica c'era la mostra di Lili Carrè, autrice americana e animatrice. Le tematiche non mi hanno convinto del tutto, ma lo stile mi è piaciuto. In mostra però c'erano solo stampe.
Ho provato anche ad andare a vedere la mostra su Magnus, ma purtroppo avrebbe aperto il giorno dopo. Invece ho visto quella su Luigi Bernardi, ma purtroppo non era niente di incredibile.

At the International Museum and library of music there was the exhibition about Lili Carre, an American comics and animation maker. The themes didn't fully convince me, but I liked the style. On display, however, there were only prints.
I also tried to go to see the exhibition about Magnus, but unfortunately it would open the next day. Instead I saw the one about Luigi Bernardi, but unfortunately it was not anything amazing.

Per quanto riguarda le mostre off, ho visitato quella sui diari di viaggio di Sara Menetti. Erano esposti i quadernini originali usati da Sara per disegnare in viaggio e delle mappe delle città in questione, Tokyo, Lisbona e Bologna, a cui erano collegate delle stampe dei luoghi ritratti. Era una mostra piccola, ma molto carina.

As for the off exhibitions, I visited the one about travel journals by Sara Menetti. There were the original notebooks used by Sara to draw while traveling and the maps of the city in question, Tokyo, Lisbon and Bologna, to which were connected prints of the portrayed places. It was a small exhibition, but it was beautiful.

Visto che i disegni e lo stile narrativo mi erano piaciuti molto e che ho appena visitato Tokyo (tenendo un diario di viaggio illustrato, che potete leggere qui) e che vorrei visitare Lisbona, ho comprato entrambi i volumi.

Since I liked the drawings and the narrative style a lot and I just visited Tokyo (keeping an illustrated travel journal that you can read here) and I want to visit Lisbon, I bought both volumes.

Alla libreria Trame abbiamo visto dei disegni originali di Marina Girardi. Ce n'erano davvero pochi, ma erano molto carini e l'ambiente era simpatico.

At Trame bookshop we saw original drawings by Marina Girardi. There were very few, but they were nice and I liked the atmosphere.

All'Atelier Sì abbiamo erano esposti qualcosa come quattro disegni di Martoz, che sta pubblicando il suo primo volume, "Remi tot in stunt" ed è considerato bravissimo. Onestamente non mi ha entusiasmato, ma è una questione di gusto, il mio professore di fumetto, che lavora nel campo da decenni, ci è andato matto.

At Atelier Sì there were exposed something like four drawings by Martoz, who is publishing his first volume, "Remi Tot in Stunt" and is considered very good. Honestly I was not impressed, but it's a matter of taste, as my comics professor, who works in the field from decades, loved him.

Io ho preferito le parodie al maschile delle pin up in vendita nello stesso atelier, che il mio professore trovava delle schifezze.

I preferred male pin up parodies sold in the same atelier, that my professor despised.


Sono anche andata ad un paio di mostre talmente off da non essere nemmeno in programma. Quella di Rocco Lombardi è stata una delle cose migliori che ho visto durante la giornata. Si trattava di 6 incisioni simboliche a tema femminile, di cui erano anche in vendita delle stampe su stoffa a tiratura limitata molto belle (purtroppo fuori dal mio budget).

I also went to a couple of exibitions so off that they weren't even on the program. The one by Rocco Lombardi was one of the best things I saw during the day. There were 6 women themed symbolic engravings, of which were also sold very beautiful limited edition prints on fabric (unfortunately they were out of my budget).

Infine alla Galleriapiù c'era una mostra di Felix &Mumford, due artisti concettuali che mappano gli angoli "sporchi" di specifici quartieri di specifiche città e ne riproducono i graffiti su tela. C'era anche l'esibizione di un'artista che riproduceva i piatti di un vecchio ricettario con materiali non commestibili. Entrambe mostre interessanti, ma nessuna era davvero il mio genere.

Finally at Galleriapiù there was an exhibition by Felix & Mumford, two conceptual artists who  map "dirty" corners of specific neighborhoods in specific cities and reproduce the graffiti on canvas. There was also an exibition by an artist who reproduced dishes of an old recipe book with inedible materials. Both exibitions were interesting, but none was really my cup of tea.

2 commenti:

Clyo Parecchini ha detto...

Tanta roba! Ho sentito parlare di questa manifestazione, alcune delle persone che conosco su FB erano tra i volontari o forse addirittura ad esporre, ma non ricordo chi. XD

Piperita Patty ha detto...

Bellissima, molto più seria dei soliti mercatoni!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...