lunedì 23 febbraio 2015

Gonna ricoperta di pizzo/Lace covered skirt

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/e0/87/5d/e0875d5b9dc1e52f2dcad07c23a33b8f.jpg
Tutto è cominciato da questa gonna vista su pinterest. Ho pensato che fosse carina e che non dovesse essere così difficile farne una mia versione. Poi per mesi ho lasciato perdere, soprattutto per la difficoltà nel trovare il pizzo giusto.

It all started when I saw this skirt on pinterest. I thought it was cute and that it should not be so hard to make my own version. Then I gave up for months, due to the difficulty in finding the right lace.

Quest'estate però ho trovato un centrino gigante a 4€ al mercato, su una bancarella dell'usato che vendeva tovaglie, tende e simili.

This summer, however, I found a giant doily for 4 € at the market, on a stall selling used tablecloths, curtains and the like.

Ho rimandato ancora finché finalmente mi sono decisa a realizzare la mia gonna. Per prima cosa ho fatto la base seguendo il solito metodo semplicissimo della gonna antisartoriale ignorantissima, senza aggiungere le tasche perché sapevo che le avrei ricoperte con il pizzo.

I postponed again until I finally decided to make my skirt. First I made the base following the usual method of simple antisartorial skirt without adding pockets because I knew that they would have been covered by lace.

L'unica variazione è stata l'aggiunta di un orlo di pon pon.

The only change was the addition of pom pom trim.

A questo punto è venuta la parte più complicata: ho tagliato via il centro del centrino finché non è stato abbastanza largo per i miei fianchi (attenzione, quando tagliate le cose di pizzo tendono ad allargarsi, per cui state stretti e piuttosto tagliate ancora dopo).
Dopodiché l'ho cucito alla gonna lungo il taglio con moltissima attenzione, cucendo ogni singolo filo del centrino e fissando gli incroci con dei nodi in modo da impedire che si sfilacciasse.

Now came the tricky part: I cut away the center of the doily until it was wide enough for my hips (attention, when you cut lace fabric, it tends to widen, so it's better to stay tight and cut again eventually) .
Then I sewed it to the skirt along the cut with extreme care, sewing each thread of the doily and fixing the intersections with knots in order to prevent it from unraveling.

Ed ecco il risultato: la gonna è venuta un po'più corta di quella da cui avevo preso l'ispirazione e completamente ricoperta di pizzo, ma mi piace anche di più. In compenso se dovessi rifarla piegherei il pizzo all'interno della gonna lungo il taglio per nascondere la cucitura non raffinatissima.

And here's the result: the skirt is slightly shorter than the one that inspired me and it's completely covered with lace, but I like it even more. On the other hand if I were to do it again I'd tuck the lace into the skirt along the cut to hide the not so refined seam.

4 commenti:

Hime Claire ha detto...

wow è davvero un'idea molto carina *.* ma soprattutto, il post vecchio che hai linkato sulla "gonna antisartoriale ignorantissima" mi sa che mi sarà molto utile XD

Nyu Egawa ha detto...

è venuta proprio carina! xD

Valentina La Vale ha detto...

mi piace come è venuta :D

Piperita Patty ha detto...

Grazie mille a tutte!!!

@Hime: che bello, sono molto contenta che il mio tutorial ignorante trovi seguaci :D Mi piacerebbe vedere cosa ci combini.
Attenta a non scegliere tessuti troppo rigidi (pesanti come il velluto sì, rigidi no) perché fanno un effetto strano.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...