venerdì 17 aprile 2015

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo/Percy Jackson & the Olympians

File:Percy Jackson.png
"Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo" è una saga fantasy composta da 5 libri scritti da Rick Riordan fra il 2005 e il 2009.
 Il protagonista è Percy Jackson, un dodicenne statunitense dislessico a cui succedono strani incidenti che puntualmente lo fanno espellere da scuola. Finché non scopre che i miti greci sono tutti veri, gli dei dell'olimpo esistono e il padre che non ha mai conosciuto è uno di loro. Quindi Percy viene costretto dalle circostanze a rifugiarsi in un campeggio estivo che si rivela essere il campo di addestramento per semidei. Ma, quando tutto sembra andare per il verso giusto emerge che Percy potrebbe essere l'eroe di una grande profezia, quello che potrebbe salvare o distruggere l'Olimpo. Questo gli porta tutta una serie di guai e di avventure insieme al suo migliore amico, il satiro Grover, e ad Annabeth, figlia di Atena.
L'ho trovata una saga molto carina, anche se un po'infantile, perché i personaggi non hanno una vera e propria evoluzione, non si vedono praticamente cadaveri o sangue anche se ci sono tonnellate di uccisioni perché i morti diventano polvere (e per tutta una serie di altri motivi che non posso elencare per evitare spoiler). Secondo me il target ideale è sui 12-14 anni.
A parte questo, quello che mi ha dato fastidio è stato il nazionalismo e tutto il parlare di "civiltà occidentale": nel libro infatti gli dei greci sono una sorta di manifestazione della civiltà occidentale, che si manifesta nel paese più potente fra quelli occidentali, quindi, ovviamente, negli U.S.A. Insomma, un po'tirato per i capelli e francamente fastidioso.
Quello che mi è piaciuto di più invece, e il motivo per cui secondo me vale la pena di leggere questa saga, è l'umorismo, infantile, un po' truzzo e demenziale, ma per quanto mi riguarda abbastanza stupido da essere divertente: incontriamo centauri con i bigodini alla coda, un Ares vestito da motociclista, Parche vestite da hippie, una Demetra fissata con il mangiare i cereali e così via.
Da Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo sono stati tratti due film, su cui non ho sentito pareri incredibili, ma che non ho ancora visto.
Oltre ai cinque libri della saga, Riodan ha scritto vari spin off, un sequel ("Gli eroi dell'Olimpo") e una serie di altri romanzi ambientati nello stesso universo ma riguardanti gli dei egizi e quelli nordici.

"Percy Jackson and the Olympians" is a fantasy saga consisting of five books written by Rick Riordan between 2005 and 2009.
 The protagonist is Percy Jackson, a twelve year old American dyslexic to whom happen strange incidents that regularly get him expelled from school. Until he discovers that the Greek myths are all true, the Olympians exist and the father who he has never known is one of them. So Percy is forced by circumstances to take refuge in a summer camp that turns out to be the demigods training camp. But, when everything seems to be going right, Percy discovers he could be the hero of a great prophecy, the one that could save or destroy Olympus. This brings him all sorts of trouble and adventures with his best friend, Grover the satyr, and Annabeth, daughter of Athena.
I found it a very nice saga, although quite childish, because the characters do not have a real evolution, there practically aren't corpses or blood even though there are tons of killings because the dead become dust (and because of a number of other reasons that I can not list to avoid spoilers). In my opinion the ideal target is about 12-14 year olds.
That aside, what bothered me was the nationalism and all the talk about "Western civilization": in fact in the book the Greek gods are a kind of manifestation of Western civilization, that manifests itself in the most powerful Western country, so, of course, in the USA. In short, a bit forced and frankly annoying.
InsteadWhat I liked most, and the reason I think it is worth reading this saga, is the humor, childish, and quite cheap, but in my opinion stupid enough to be funny: there are Centaurs with curlersin the tail, an Ares with biker clothing, Parcae dressed as a hippies, a Demeter with the fixation ofeating cereals and so on.
From "Percy Jackson and the Olympians" were made two films, on which I have not heard great opinions, but that I haven't seen yet.
In addition to the five books of the saga, Riodan wrote several spin-offs, a sequel ("The Heroes of Olympus") and a number of other novels set in the same universe but about the Egyptian and Nordic gods.

6 commenti:

Marco Grande Arbitro ha detto...

Sai...
Ho conosciuto Percy Jackson grazie ad mio amico che creò una campagna di D&d apposita.
Nel gioco ci spoilerò tutti i libri, ehehe

Piperita Patty ha detto...

Una campagna così dev'essere figa, però lo spoiler gratuito è pura malvagità!

crippe90 ha detto...

Come sempre ho visto prima il film del libro..
Stavo pensando giusto di leggere la saga.. Vedremo!!

Piperita Patty ha detto...

@Crippe: il film invece io l'ho appena visto. E' carino, ma la trama è estremamente semplificata e l'ho trovato privo di quell'umorismo che mi era piaciuto tanto nel libro.

Anonimo ha detto...

Sai che questa saga non mi ha mai attirata particolarmente? Sarà perché ne ho sentito parlare "da grande", ma non mi ha mai ispirata. Una mia conoscente, che ha 3 anni in meno di me, invece l'ha apprezzata tanto. Conoscendo i suoi gusti, un altro motivo per evitarla xD
- Kurama -

Piperita Patty ha detto...

@Kurama: idem, onestamente non mi ispirava. Ho deciso di leggerla perché l'avevano letta tutti i miei allievi, compreso il tizio di 50 anni ed era piaciuto a tutti. Continuo a pensare che non sia questa saga incredibile, però è carina in maniera stupida.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...