mercoledì 29 aprile 2015

Saving Mr. Banks


"Saving Mr. Banks" è un film Disney del 2013 diretto da John Lee Hancock e sceneggiato da da Kelly Marcel e Sue Smith.
La protagonista è Pamela Lyndon Travers, l'autrice di "Mary Poppins", che nel 1961 per necessità economica si trova costretta a vendere i diritti cinematografici del suo amato libro all'insistentissimo signor Disney che l'assilla da 20 anni per averli. Però per la realizzazione del film pone la condizione di avere diritto di veto su ogni particolare della storia.
Pamela è una signora rigida e indurita dalla vita, che cozza subito con l'ambiente amichevole degli studi Disney e con la loro routine fatta di pelouche, dolci e parchi divertimenti. Di conseguenza rende la vita un inferno alle persone che lavorano al film. Ma rivedere la storia insieme a loro, con un punto di vista diverso, le riporta alla mente la sua infanzia (che scorre in parallelo alla storia, ambientata negli anni '60). In particolare il film si focalizza sul suo rapporto con il padre, rispecchiato dal Mr. Banks di "Mary Poppins".
L'ho trovato un film molto carino e delicato e lo consiglio senz'altro.
Ovviamente le vicende che racconta, per quanto gli avvenimenti principali siano storicamente documentati, sono romanzate. Non so quanto credere alla Pamela Travers rigidissima, visto che era anche un'attrice, aveva studiato la filosofia Zen in Giappone e aveva passato un certo periodo di tempo con i Navajo, gli Hopi e i Pueblo (in caso poveri loro). E non so quanto credere al bucolico ambiente Disney e al signor Disney simpatico e amabile -quasi- fino alla fine, considerando che il film è un loro prodotto. Di sicuro bisogna diffidare dell'impressione finale (non è un vero spoiler, visto che il punto nodale è il padre, ma se avete paura non leggete oltre) di pacificazione fra la Travers e la versione di "Mary Poppins" della Disney, perché pare che non le fosse affatto piaciuta, tanto da rifiutarsi di vendere i diritti per l'adattamento degli altri libri della serie.

"Saving Mr. Banks" is a 2013 Disney film directed by John Lee Hancock and written by Kelly Marcel and Sue Smith.
The protagonist is Pamela Lyndon Travers, the author of "Mary Poppins," which in 1961 is forced by economic necessity to sell the film rights of her beloved book to the persistent Mr. Disney that haunts her from 20 years. However, for the making of the film she puts the condition of having the right to vote against every detail of the story.
Pamela is a rigid lady hardened by life, who immediately clashes with the friendly environment of the Disney Studios and their routine of plushies, sweets and amusement parks. Therefore she makes life a hell for the people working on the film. But reviewing the story with them, with a different point of view, she is forced to remember her childhood (which is shown in parallel to the story, set in the '60s). In particular, the film focuses on her relationship with the father, mirrored by the Mr. Banks of "Mary Poppins".
I found it a very nice and delicate film and would definitely recommend it.
Obviously the story it tells, while the main events are historically documented, is fictionalized. I don't know if to believe the rigid Pamela Travers, since she was also an actress, studied Zen philosophy in Japan and spent some time with the Navajo, Hopi and Pueblo (if she was, poor them). And I don't know how much to believe of the friendly Disney environment and of a Mr. Disney nice and affable almost- till the end, as the film is one of their products. Surely you should be wary of the final impression (it isn't really a spoiler, as the nodal point is the father, but if you are afraid it can be don't read further) of peace between Ms. Travers and the Disney version of "Mary Poppins", because it seems that she didn't like it at all, to the point that she refused to sell them the tilm rights of the other books of the series.

9 commenti:

Sparkle Snow White (ex M. A.) ha detto...

io qualche lacrima l'ho anche versata :)

Marco Grande Arbitro ha detto...

Non è il mio genere, ma non mi è dispiaciuto vederlo.

Nyu Egawa ha detto...

Questo film è stato carino anche se non essendo mai stata una fan di Mary Poppins, non ho mai avuto interesse ad approfondire la vera vicenda! :p

Serena S. Madhouse ha detto...

Sono andata al cinema col mio lui per una serata leggera, siamo usciti dal cinema in lacrime... Il film più bello del 2014 insieme a Boyhood...

Piperita Patty ha detto...

@Biancaneve: era il film giusto!

@Marco: bè, è una conferma che è bello

@Nyu: nemmeno io sono chissà che fan di Mary Poppins, però il personaggio dell'autrice mi ha incuriosito e ho fatto qualche ricerca.

@Serena: è bello quando succedono queste cose.

arabesque ha detto...

I am always a fan of Emma watson and Tom hanks, not to mention the calssical Mary poppins portrayed by Julie andrews. ^0^
so this film, brought back nostalgic memories of my childhood days,
i think it's a very well portrayed film and a heartwarming ending.

Piperita Patty ha detto...

@Arabesque: I agree!

Acalia Fenders ha detto...

Un film bellissimo, mi ha fatto piangere tutte le mie lacrime.


[SPOILER]
Un po' per la parte di trama triste e drammatica e un po' per quella parte ultra commovente XD
[FINE SPOILER]

Piperita Patty ha detto...

@Acalia: non sono grandi spoiler XD Comunque ti ringrazio, se ho deciso di vederlo è stato soprattutto grazie alla tua recensione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...