lunedì 14 novembre 2016

In guerra per amore

http://mr.comingsoon.it/imgdb/locandine/big/52649.jpg
"In guerra per amore" è un film italiano del 2016 diretto, sceneggiato e interpretato da Pif, nome d'arte di Pierfrancesco Diliberto. Si tratta del secondo film dell'autore dopo l'esordio nel 2013 con "La mafia uccide solo d'estate".
Si tratta di una commedia con sfumature tragiche, ambientata fra U.S.A. e Sicilia durante la seconda guerra mondiale.
1943. Arturo Giammaresi è uno spiantato cameriere italoamericano che ama riamato Flora, la nipote del suo datore di lavoro. Flora però è promessa a Carmelo, figlio di un boss mafioso. Per aggirare le proteste dello zio e del boss, Flora manda Arturo a chiedere la sua mano a suo padre, in Sicilia (che sarà mai, c'è solo in corso la seconda guerra mondiale!).
Alla storia di Arturo si intrecciano anche quelle di una coppia formata da un cieco e uno zoppo, di un coraggioso tenente italoamericano, di una famigliola siciliana composta da un nonno fascista, suo nipote e sua nuora, e di un asino volante, sullo sfondo delle vicende della guerra.
Dietro alla facciata della commedia romantica, il vero tema del film è quello delle responsabilità statunitensi e di Democrazia Cristiana rispetto al riaffermarsi del potere mafioso durante e dopo il conflitto.
Negli anni ho perso fiducia verso il cinema italiano del mio tempo, mal recitato e con trame spesso banali, quindi mi sono avvicinata a questo film con un po' di timore. E invece ho trovato una storia divertente e a tratti commovente, mai scontata e con un messaggio estremamente valido.
Perfino l'uso del dialetto, usato spesso per nascondere una cattiva dizione, è funzionale alla trama.
Questo film mi è piaciuto tantissimo e lo consiglio senz'altro. A questo punto urge il recupero di "La mafia uccide solo d'estate".

"In guerra per amore" (To war for the sake of love) it is a 2016 italian film directed, written and starring Pif, stage name of Pierfrancesco Diliberto. This is the second film after the author's debut of 2013 with "La mafia uccide solo d'estate" (The Mafia Kills Only in Summer).
It is a comedy with tragic tones, set between the U.S.A. and Sicily during the Second World War.
1943. Arturo Giammaresi is a penniless Italian-American waiter who loves Flora, the niece of his employer, and is loved by her in return. But Flora is promised to Carmelo, the son of a mafia boss. To bypass her uncle and the boss's demands, Flora sends Arturo to ask her hand to her father, in Sicily (what's the problem, there is only second world war going on!).
Arturo story interwines with those of a couple formed by a blind and a lame man, a brave Italian-American Lieutenant, a Sicilian family consisting of a fascist grandfather, his grandson and his daughter in law, and a flying donkey, on the backdrop of the events of the war.
Behind the romantic comedy facade, the real theme of the film is that of US responsibility in reasserting the mafia during and after the conflict.
Over the years I had lost confidence in the Italian cinema of my time, badly acted and with often trivial plots, so I approached this movie with a bit of fear. But I found a funny and at times moving story, never predictable and with a very important message.
Even the use of dialect, often used in modern italian films to hide a bad diction, is functional to the plot.
I loved this film and I definitely recommend it. At this point I also want to watch "The Mafia Kills Only in Summer".

3 commenti:

Babol ha detto...

Evviva, sono contenta che ti sia piaciuto!! Adesso non ti resta che recuperare La mafia uccide solo d'estate, che lunedì prossimo su Rai 1 comincia la serie, con la voce narrante dello stesso Pif :)

Simona [Ciccola] ha detto...

Mi piace un sacco Pif, lo guardavo sempre su MTV, trovo che abbia un modo di raccontare semplice e coinvolgente.
Pensa che qualche sera fa (sto proiettando il film nel cinema dove lavoro) il pubblico alla fine ha applaudito, è una cosa che succede raramente.

Piperita Patty ha detto...

@Babol: infatti ho sentito che ci sarà la serie! Speriamo sia bella!

@Simona: io non l'ho mai seguito, ma questo film mi è piaciuto un sacco. Anche nella sala in cui ero io il pubblico alla fine ha applaudito.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...