venerdì 31 gennaio 2014

Sai tenere un segreto?

Su suggerimento di molte di voi, che lo considerano il migliore della Kinsella, ho letto "Sai tenere un segreto?". La protagonista è Emma, una ragazza che ha un lavoro non particolarmente entusiasmante, un fidanzato bello e gentile a cui però manca qualcosa e una cugina di successo che tenta sempre di sminuirla agli occhi della sua famiglia. Come tutti, Emma ha i suoi piccoli segreti, ma, durante un viaggio in cui sembra che l'aereo su cui vola stia avendo dei problemi, in preda al panico, li rivela tutti al suo vicino di sedile. Una volta atterrata sana e salva, Emma pensa di non rivederlo mai più, ma ovviamente lo incontra di nuovo nella situazione peggiore possibile.
L'idea è carina e il libro ben scritto, uno dei migliori dell'autrice. I personaggi funzionano bene, anche se la scrittrice ha usato un po'troppe volte il miliardario moro in apparenza scorbutico, ma in realtà tanto caro.
Quello che mi ha creato più problemi è stato il discorso sull'importanza di dire la verità. Nel libro la cosa era chiaramente esasperata, per cui la risoluzione positiva appare ovvia, però trovo che ai nostri tempi i discorsi sull'essere "veri" e sul dire la verità siano abusati e spesso usati come scusa per comportarsi in maniera poco educata o dire cose che sarebbe meglio tacere.
Cosa ne pensate?

Following the suggestion of many of you, who consider it the best Kinsella's novel, I read " Can you keep a secret?" . The heroine is Emma, a girl who has a not particularly exciting job, a handsome and kind boyfriend who, however, lacks something and a successful cousin who always tries to downplay her in the eyes of her family. Like everyone else, Emma has her little secrets, but during a trip in which the plane on which she is flying is having problems, in panic, she reveals them all to her seatmate. Once landed safe and sound, Emma thinks she will never see him again, but obviously she met him again in the worst situation possible.
The idea is nice and the book well-written, one of the best of the author. The characters work well, although the writer has used a but too much the dark billionaire grumpy in appearance, but so dear in reality.
What I had more problems with, was the talk about the importance of telling the truth. In the book it was clearly exasperated, so the positive resolution seems obvious, but I find that in our days the talk about being "real" and telling the truth are often abused and used as an excuse to behave in a not so polite way or to say things that would be better to remain untold.
What do you think?

Shopping per saldi (stavolta sul serio)/Sales shopping (this time for real)

Chi si stava preoccupando per la mia improvvisa guarigione dallo shopalcolismo può dormire sonni tranquilli: alla fine sono riuscita a prendere un po'di cose ai saldi.
Da Accessorize ho preso a 85 cent un set di adesivi allo scopo di decorare la cover del mio smartphone.

Who was worried about my sudden recovery from shopalcolism can relax as in the end I bought some suff at the sales. 
At Accessorize for 85 cents I got a set of stickers I want to use to decorate the cover of my smartphone.

Da Tally Weijl ho ritrovato le scarpe di cui mi ero innamorata e, pur di non farmele sfuggire, le ho prese un numero più piccole di quello che porto di solito. Per fortuna ci ho già camminato parecchio e, anche se sono un po' rigide, non mi hanno fatto male. Oltretutto il prezzo era stato ulteriormente abbassato e alla fine le ho pagate 12,95€.
Mi sono anche tolta uno sfizio comprando una gonna di velluto nero a ruota a 10€. Adoro il velluto e le gonne a ruota!

At Tally Weijl I found the shoes that I fell in love with, and in order not to loose the occasion, I bought them of a number smaller than the one I usually wear. Luckily I've already walked a lot in them, and even though they are a bit stiff, they do not hurt me. Besides, the price was further lowered and in the end I paid them 12.95€. 
I also treated myself buying a black velvet circle skirt for 10€. I love velvet and circle skirts!

Ho trovato scontato anche un libro su Manet a 3€ e l'ho comprato al volo perché i libri d'arte costano sempre uno sproposito.

I also found a discounted book about Manet for 3€ and I bought it immediately because art books always cost too much.

Quirky lady outfit

Ultimamente mi sto fissando con un look retrò, quasi classico ed elegante, ma disseminato di tocchi bislacchi.
In più, anche se ultimamente non ho più voglia di indossare outfit pastellosi ispirati al fairy kei, ho scoperto che per indossare un colore pastello senza sembrare troppo caramellosi basta abbinarlo ad un colore neutro come grigio, marrone o beige (nero e bianco funzionano meno). Il trucco riesce meglio se lo stile è più serioso.

Lately I'm obsessing over a retro, almost classic and elegant, look but with some quirky details. 
In addition, although lately I don't want to wear fairy kei inspired pastel outfits anymore, I discovered that to wear a pastel color without looking too sugary, it is enough to match it with a neutral color such as gray, brown or beige (black and white work less). This trick works better on a serious style.


Orecchini bottone/Button earring: negozio tutto 1€ a Bellaria/1€ shop in Bellaria
Collana/Necklace: fatta io/selfmade
Guanti/Gloves: modificati da me/altered by me
Cardigan: H&M, regalo (mamma)/H&M, present (mum) (7€ on sale)
Camicia/Blouse: fatta io/selfmade
Gonna/Skirtfatta io/selfmade
Calzamaglie/Tights: bho
Scarpe/Shoes: Tally Weijl (10€ on sale)

Ieri a Milano, dopo tante previsioni allarmistiche che si sono rivelate infondate, finalmente ha nevicato.

Yesterday in Milan, after so many alarmist forecast that have proved unfounded, finally it snowed.

giovedì 30 gennaio 2014

25 ans + Baila, January issues

Ho provato ancora nuove riviste giapponesi. Stavolta ne ho scelte di più orientate verso la mia età.
La prima è "25 ans" che, nonostante il titolo, punta ad un target di trentenni sposate.
In generale ho trovato lo stile proposto troppo elegante, ma c'erano un po'di cose carine e di buone idee.

I tried new Japanese magazines again. This time I chose ones more oriented towards my age. 
The first is "25 ans" which, despite the title, is aimed to a target of married women in their thirties. 
In general I found the style too elegant, but there were some nice things and good ideas.

Tutti al mare, in versione primaverile e signora perbene.

All at sea in spring and respectable lady versions.

Abiti eleganti molto carini

Nice elegant outfits

Un look punk collegiale che mi è piaciuto molto e uno da sfilata...con galli.

A preppy punk look I loved and a catwalk look...with roosters.

Nail art interessante.

Interesting nail art.

Un servizio sul teatro Takarazuka, un tipo di teatro tipico giapponese in cui recitano solo donne. Piace soprattutto ad un pubblico femminile e le donne che interpretano uomini, le otokoyaku, sono venerate dalle fan.

A report on Takarazuka theater, a type of traditional Japanese theater in which play only women. It's especially liked by a female audience and women who play men, otokoyaku, are worshiped by their fans.

Cercando di scendere di età, sono passata a Baila, che punta alle ragazze lavoratrici tra i 20 e i 30 anni. Sorpresona, mi è piaciuto meno di 25 ans. I look erano tutti tacchi e vestiti da donna cool, il che non rispecchia per niente il mio stile, quindi credo che lascerò perdere. Sotto, le pagine che ho preferito.

Trying to read something more my age, I passed to Baila, that is aimed toward working girls in their 20s. Big surprise, I liked it less than 25 ans. The outfits were all heels and cool clothes, which does not reflect my style at all, so I think I'll drop this magazine. Below, the pages that I preferred.

I lavoretti della signorina strana/Quirky lady crafts

I lavoretti che sono riuscita a fare questa settimana hanno un tocco comune: sembrano usciti dall'armadio di una ragazza d'altri tempi un po'svitata XD
Il primo è una collanina con i ciondoli collegati al mondo del cucito che avevo comprato alla fiera dell'artigianato. Per bilanciare la mini macchina da cucire ci ho aggiunto un pon pon.

The crafts I did this week have a common feel: they seem to have come out from the closet of a quirky girl of another time XD 
The first is a necklace with pendants connected to the world of sewing that I had bought at the arisan fair. To balance the mini sewing machine I added a pom pom.

Quello di cui sono più contenta è la modifica ai noiosissimi guanti bianchi che mi ha passato mia suocera. Ho pensato di tutto, poi l'illuminazione. Così con quattro pon pon e un po'di filo da ricamo rosa sono diventati coniglietti (qui in versione metal XD).

What I am most happy with is the alteration of the boring white gloves handed me by my mother-in-law. I thought of a lot of alterations, then the enlightenment. So with four pom poms and a bit of pink embroidery floss they become bunnies (here in metal version XD).

Ho usato il velluto grigio che avevo trovato in sconto per farmi una gonna. L'avrei voluta a ruota, ma non era abbastanza, così ho seguito ancora una volta questo comodissimo metodo.
Le tasche sono fatte con una vecchia camicia di mio suocero (che ha riconosciuto la stoffa!).
Mi piace un sacco!

I used the gray velvet that I bought discounted to make me a skirt. I would have liked a circle one, but the fabric wasn't enough, so I followed this super simple method again. 
The pockets are made with my father in law's old shirt (who recognized the fabric!). 
I like it a lot!

Montagna (e biscotti)/Mountain (and pastries)

Questo outfit è una variante di quello "mari e monti" che avevate apprezzato, però epurato degli elementi marinareschi e con più particolari montani. In fin dei conti è tornato l'inverno.

This outfit is a variation on the "sea and mountain" one that you appreciated, but without sea elements and with more mountain details. In the end winter returned.

Anello/Ring: H&M (4 x 7€)
Maglietta/TeePrimark (4,50€)
Cardigan: regalo/present (Siobhan & Tapisroullant)
Shorts: Controcorrente (10€ on sale)
Calzamaglie/Tights: mercato di via Valvassori Peroni, Milano/Valvassori Peroni Street open air market, Milan (1,
5€)
Stivali/Boots: mercato di via Ampere, Milano/Ampere Street open air market, Milan (6)

La mia merenda. Una volta che li ho trovati in sconto, ho scoperto i bocconcini della Vicenzi, dolcetti di pasta sfoglia ripieni di crema al latte. Sono buonissimi! E si conservano bene anche dopo l'apertura. A prezzo pieno sono cari, ma quando li ritroverò in sconto li ricomprerò di sicuro.

My afternoon snack. I found on discount, puff pastries filled with milk cream. They are delicious! 

mercoledì 29 gennaio 2014

Parco delle cave (Milano)/Pit park in Milan

Il parco delle cave è il secondo più grande parco di Milano. Si trova nel quartiere di Baggio ed è stato creato negli anni '90 per risanare la zona degradata in cui si trovavano quattro cave risalenti agli anni '20.
Oggi racchiude quattro laghi, boschi, corsi d'acqua, orti urbani, un'area agricola con marcite e quattro cascine, di cui la più famosa è la cascina Linterno che risale al medioevo, età in cui fu anche un ostello affidato ai templari.

"Parco delle cave" (pit park) is the second largest park in Milan. It is located in the district of Baggio and was created in the 90s to rehabilitate the degraded area in which there were four quarries dating back to the '20s. 
Today it encompasses four lakes, forests, waterways, urban gardens, an agricultural area with meadows and four farmhouses, of which the most famous is the Linterno farmhouse that dates back to the Middle Ages, a period when it was also a hostel entrusted to the Templars.

Oltre ad ospitare un paesaggio suggestivo, il parco è attrezzato con percorsi botanici, orti urbani, zone dedicate a vari sport e hobby (è frequentatissimo dai pescatori e dai modellisti di barchette a motore) e ha un parco giochi e un campo per le bocce.
Purtroppo il parco rischia di essere danneggiato dall'attuale tracciato del progetto "via d'acqua" per l'Expo 2015, ma i cittadini si stanno mobilitando per la sua tutela (trovate la petizione qui).

In addition to hosting a picturesque landscape, the park is equipped with botanical trails, urban gardens, areas dedicated to various sports and hobbies (it is is frequented by fishermen and motor boats modelers) and it has a playground and a bocce court. 
Unfortunately, the park is likely to be damaged by the current path of the "waterway" project for Expo 2015, but the citizens are mobilizing for its protection (you can find the petition here).

Ho approfittato della bella gita al parco per farmi fare una rarissima foto-outfit all'aperto. Non ho avuto il coraggio di togliermi la giacca (con tanto di spilla hobbit), ma sono sicura che sarete comprensivi (fa freddo!).

I took advantage of the beautiful trip to the park to have a rare open air outfit photo took. I haven't had the courage to take my jacket (with hobbit brooch) off, but I am sure that you will be forgiving (it's cold!).

Tendenze di primavera/Spring trends

New collection by Promod

Ormai siamo alla fine di gennaio. Gli alberi di Natale sono stati smontati, i saldi sono agli sgoccioli, nelle pasticcerie già si trovano le chiacchiere ed è ora di guardare alla primavera. Ok, in realtà per la primavera ci vorrà ancora un pochino, ma ci sono già state le sfilate primavera/estate e le nuove collezioni sono già nei negozi, quindi potrebbe essere utile sapere che tendenze ci aspettano prossimamente.
Come al solito ho ricavato questi dati da una serie di siti di moda, da riviste e soprattutto dall'osservazione delle nuove collezioni delle catene di abbigliamento low cost, che sono quelle che mostrano i capi che la gente metterà veramente.

Colori: purtroppo sembra che questa primavera sarà poco colorata. Andrà moltissimo l'accostamento di bianco e nero e i classici colori pastello primaverili saranno in versione molto chiara e fredda (pare andrà in particolare il celeste). Nei negozi ho visto tanto anche il classico blu scuro. I colori trendy un po' più accesi saranno arancione e rosa.  Gli stilisti provano anche a rilanciare il metallizzato, ma credo che questa tendenza nella vita di tutti i giorni non andrà oltre stampe, scarpe e magari qualche borsa. Comunque entro l'estate prevedo più colore.

Stampe e materiali: per quanto riguarda le stampe, andranno molto quelle in bianco e nero. Il floreale tipico della primavera sarà presente anche quest'anno, ma i fiori più alla moda  tenderanno a concentrarsi in punti strategici o a diventare giganteschi e come stile diventeranno realistici o simili ad un dipinto. Come era già successo, le stampe a quadri resteranno in voga, ma il tartan andato tanto di moda questo inverno cederà il posto al gingham (i quadretti da tovaglia, per intenderci).
La stampe etniche continueranno ad andare di moda, e con il bel tempo tornerà anche il tropicale che l'anno scorso ha spopolato.
La novità (più o meno) di quest'anno sono le stampe ispirate al mondo dell'arte.
Altre tendenze di stagione saranno trasparenze, frange e dettagli gioiello.

Stili e capi: abbiamo già visto questo inverno il ritorno delle gonne a ruota, che questa stagione si allungano per fermarsi appena sopra la caviglia, una lunghezza pericolosa che tende a intozzare. Ancora peggio, andranno di moda pantaloni larghi proprio di quella lunghezza, qualcosa che nemmeno le modelle riescono a portare senza tacchi e senza sembrare comunque più basse e larghe. I pantaloni larghi per fortuna saranno trendy anche lunghi, ma per ora nei negozi si trovano soprattutto i loro gemelli malvagi. Visto che vanno in materiali fluttuanti, probabilmente appariranno più in là nella stagione.
Se parliamo di lunghezze che donano a poche, non possiamo ignorare la tendenza dei crop top, che pare si espanderà ulteriormente.
Tornano di moda i capi ispirati al mondo dello sport (sigh!), come giacche da bowling, maglie con i numeri...la tendenza più particolare è quella delle felpe semplici (senza cerniera e con lo scollo tondo) rivisitate in chiave chic.
Un'altra tendenza ispirata forse al mondo dello sport e forse agli abiti maschili eleganti di una volta sono i pantaloni con una banda laterale.
Chi lavora in ufficio o ama vestirsi con formalità, ma senza stare scomoda, può puntare sulla shift blouse, una sorta di incrocio fra t-shirt e camicia, che ha la forma di una maglietta larga, ma materiali e decori lussuosi che la rendono formale. Torna il classico blazer, ma ancora di più le giacche destrutturate. Le camicie poi saranno capi super trendy di stagione, purché abbiano qualche particolare interessante, come il colletto a contrasto, o siano completamente destrutturate, per esempio trasformate in top o vestiti (vi conviene recuperare i miei post sul restyling di vecchie camicie XD). In più si porteranno abbottonate fino al collo (che scomodo!).
I siti di trendwatching per quanto riguarda le scarpe segnalano solo le stringate maschili, ma io affermo con una certa sicurezza (basta guardarsi in giro) l'ascesa della zeppa piatta su tutti i tipi di scarpe, da quelle da ginnastica, agli anfibi e perfino alle stringate maschili.

Accessori: il collo pare essere il punto su cui concentrare le decorazioni, con colletti gioiello o le collane importanti che hanno già iniziato la loro ascesa la scorsa stagione. Ho letto segnalazioni convincenti anche sui cappelli.

Che pensate delle tendenze di stagione? Siete a conoscenza di qualche altra tendenza per la primavera?

***
Shift blouses
http://stylegodis.blogspot.it/2013/12/up-coming-fashion-trends.html
We are at the end of January. Christmas trees have been dismantled, sales are ending, people is already looking forward to carnival, so it's time to talk about spring. Ok, it will still take some time till spring, but the spring/summer fashion shows have already been held and the new collections are in the stores, so it might be useful to know what trends are waiting for us in the near future.
As usual I got these informations from a number of fashion sites, magazines and especially from the observation of the new collections of low cost clothing chains, which are the ones that show what people will really wear.

Colours: unfortunately it seems that this spring won't be so colorful. The combination of black and white will be hot and the classic spring pastel colors will be pale and cold (baby blue will be the trendiest of them). In the shops I saw the classic dark blue a lot too. The brightest colour trends will be orange and pink. The designers are also trying to revive metallics, but I believe that this trend in everyday will stay on prints, shoes and maybe some bag. However, by the summer I expect more color.

Prints and materials: regarding prints,  black and white will be the trendiest. The typical spring floral will be present again this year, but the most fashionable flowers will tend to focus on strategic points or become gigantic and in style they will become realistic or similar to a painting. As already happened, square patterns will remain trendy, but the plaid ones that were so fashionable this winter will give way to gingham (the tablecloth checks).
The ethnic prints will continue to be trendy, and with the good weather will also return tropical ones, that last year were a hit.
The (more or less) new trend are the prints inspired by the art world.
Other trends of the season will be sheer, fringe and jewel details.

Hot styles and piece of clothing: this winter we saw the return of flared skirts, this season they'll grow to stop just above the ankle, a dangerous length which tends to make people look stocky. Even worse, large pants of that length will be trendy, and they're something that not even models can wear without heels and without, however, seeming more shorter and wider.
Luckily large pants will be trendy in full lenght too, but at the moment in the stores I only found their evil twins. Given that the hot ones are in floating fabrics, they're likely to appear further in the season.
If we talk about lengths which fit few people, we can not ignore the trend of crop top, which seems to expand further.
Season's fashion takes inspiration from sport clothing (yuck) , such as bowling jackets, shirts with numbers...the most interesting trend is that of chic remakes of simple sweatshirts (no zipper and the round neckline).
Another trend perhaps inspired by the world of sports and perhaps by elegant men's clothes are pants with a sideband.
Those who work in an office or like formal clothing without being uncomfortable, can try the shift blouse, a sort of cross between a t- shirt and a blouse, which has a large t-shirt shape, but luxurious materials and designs that make it formal. Classic blazer will be back, but unstructured jackets too. The shirts will be a super trendy item of the season, if they have some interesting detail, such as the a contrasting collar, or if they are completely unstructured, for example, transformed into a top or dress (you might want to recover my post about old shirts refashioning XD). The trendy way to wear them will be buttoned up to the neck (uncomfortable!).
As for the shoes, trendwatching sites indicate only men's lace up, but I forecast with some certainty (I just had to look around) the rise of flat wedge on all types of shoes, from sneakers, to combat boots and even men's lace up.

Accessories: the neck seems to be the point on which to focus the decorations, with jeweled collars or statement necklaces that have already started their ascent last season. I have read even convincing reports about hats.

What do you think of the season's trends? Are you aware of any other trend for spring?

Viola e verza/Purple and cabbage

Fascia per capelli/Hairbandregalo (Bi)/present (Bi)
Cardigan:usato, fiera di Sinigallia/used, Sinigallia open air market (2, 50€)
Camicia/Blouse: usata, mercato di via Valvassori Peroni, Milano/used, Valvassori Peroni Street open air market, Milan (1)
Shorts: Oysho (8€ on sale)
Calzamaglie/Tights: mercato di via Valvassori Peroni, Milano/Valvassori Peroni Street open air market, Milan (1,5€)
Stivali/Boots: Pimkie (7€ on sale)


Ho trovato un modo originale per eliminare una verza che vegetava in frigo e collaudare una pentola da frittura mai usata: ho cotto le foglie di verza come fossero patatine. Buonissime!

I found an original way to eliminate a cabbage that was vegetating in the fridge and test a never used frying pan: I cooked the cabbage leaves as if they were potato chips. Delicious!

martedì 28 gennaio 2014

Stardust Wink (Nana Haruta)

Stardust Wink è un manga di Nana Haruta, serializzato nel 2009 e appena conclusosi in Italia con il numero 11.
L'ho iniziato perché avevo trovato carina e divertente una delle opere precedenti dell'autrice, Chocolate Cosmos (di cui ho parlato qui). Racconta la storia di Anna, che ha due amici d'infanzia a cui è molto legata, e di come l'amore si insinui nella loro relazione cambiandone gli equilibri. Dai primi volumi mi sembrava uno shojo manga scolastico fresco e allegro, ma poi la protagonista è diventata lagnosa, sono entrati in gioco un po'troppi luoghi comuni e ho iniziato ad annoiarmi. Arrivare all'ultimo volume è stato faticoso e la conclusione, anche se non è brutta, non mi ha soddisfatto completamente.
Non si può dire che sia un manga brutto, però è molto, troppo "normale". L'unica differenza con lo shojo più standard sta nel fatto che la protagonista femminile e i due protagonisti maschili (che sono sempre uno biondo e uno moro!) sono tutti amici. Nonostante la trama banale, c'è qualche tocco simpatico (come il fatto che uno dei figaccioni della situazione sia un fanatico dei Pokemon), ma per quanto mi riguarda non è abbastanza per consigliare di leggere la serie.
Potrebbe piacere a chi non ha tanti shojo all'attivo, ma per chi ne ha letti un po'finisce per essere solo uno fra tanti.

Stardust Wink is a manga by Nana Haruta, serialized in 11 volumes in 2009.
I started it because I found nice and funny one of the author's previous works, Chocolate Cosmos (which I reviewed here). It tells the story of Anna, who has two childhood friends she has strogn bounds with, and how love creeps into their relationship by changing its balance. From the first volumes it seemed a fresh and cheerful school shojo manga, but then the protagonist become whining, the author started using too many cliches and I started to get bored. Getting to the last volume was tiring and the conclusion, even if it wasn't bad , wasn't completely satisfing either.
I can not say that it is a bad manga, but it is much too "normal". The only difference with the most standard shojo is the fact that the female lead and the two male leads (which are always one blond and one dark hairef!) are all friends. Despite the boring plot, there is some nice touch (like the fact that one of cool guys of the situation is a Pokemon fan), but in my opinion it is not enough to encourage you to read the series.
It might be nice for people who didn't read so many shojo, but for those who read some of them it ends up being just one among many.

Shopping

Dopo il "finto" post sul mio shopping durante i saldi, ecco un po'di cose che ho comprato davvero.
Per prima cosa una montagna di fumetti, fra cui spiccano gli ultimi di due serie (Stardast Wink e Thermae Romae) e il numero 100 di Rat-Man!
Non vi faccio mai vedere il mio shopping di fumetti perché preferisco recensirli ad uno ad uno, ma ne compro sempre tantissimi (con grande sofferenza del mio portafogli).

After the "fake" post about my shopping during the sales, here are some things that I really bought. 
First, a mountain of comic books, among which the last volumes of two series (Stardast Wink and Thermae Romae) and the number 100 of Rat-Man! 
I do not usually show my comic shopping because I prefer to review them one by one, but I always buy lots (with great pain of my wallet).

Ho comprato anche Grazia perché dopo tanto tempo avevo voglia di una rivista di moda italiana e sono curiosa di vedere che tendenze prevedono per la primavera estate. Però non mi ha entusiasmato.

I also bought Grazia because after a long time I wanted an italian fashion magazine and I'm curious to see what trends they'll forecast for spring and summer. But I didn't enjoy it so much.

Ho fatto un giro al mercato di via Eustachi e ho trovato a 5€ la cover che volevo per il mio nuovo cellulare, una cover che proteggesse anche lo schermo. Per i miei gusti è anche troppo sobria, quindi medito di decorarla.
Ho un po'paura che la chiusura magnetica interferisca con il cellulare, ma è una babbata, vero?

I made a trip to the market of Eustachi street and I found for 5€ the cover I wanted for my new phone, a cover that also protects the screen. For my taste is too plain, so I meditate to decorate it. 
I'm a bit scared that the magnetic closure could interfere with the phone, but it is stupid, right?

Questa giacca meravigliosa mi ha attirato verso la bancarella della roba tirolese a 5€ (per chi fosse interessato è vicinissima a via Regina Giovanna), ma ho dovuto lasciarla giù piangendo perché mi faceva due spalle che al confronto Maciste era un pivello.

This wonderful jacket drew me to the stand of Tyrolean clothes for 5€, but I had to let it down crying because it made my shoulders so big that in comparison Colossus was a rookie.

Però già che ero lì mi sono lasciata trascinare e ho comprato:
- un vestito con il corpino in pelle che, visto che fa molto medioevo, medito di mettere a fiere e sagre. Cioè massimo massimo 4 volte all'anno. Ed è praticamente impossibile da lavare. Un acquisto geniale. Ma era una 36 e mi stava (il che la dice lunga su quante tette io abbia) e mi sono lasciata trasportare.
- l'ennesimo vestito da pastorella
Forse è stata più furba mia madre che si è limitata ad una gonna a fiori.

But I was already there so I was dragged and bought: 
- A dress with leather bodice that as it looks very medieval, I meditate to wear to fairs and festivals. That is up to 4 times a year. And it is virtually impossible to wash it. A brilliant purchase. But it was a size 36 and fitted me (which says a lot about how much boobs I have) and I got carried away. 
- Yet another shepherdess like dress
Maybe my mother was smarter as she only bought a floral skirt.

A proposito di mia madre, mi ha regalato un campioncino di crema all'iris di Bottega Verde e l'ombrellino di cui avevo bisogno.

About my mother: she gave me a Bottega Verde iris cream sample and the umbrella I needed.

Bonus: la bellissima vetrina di un negozio in via Plinio.

Bonus: the beautiful window of a shop in Plinio street.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...