venerdì 29 ottobre 2010

Minicappellino e coincidenze - top hat and coincidences

Una gothic lolita fotografata in Giappone da Valerie Fujita (cliccate l'immagine per il suo blog) ha lo stesso mini cappellino che ho comprato quest'estate per soli 3€ a un mercatino di s.Lorenzo, il 10 Agosto. Qui lo vedete addosso al pelouche di Scrat che ho comprato la stessa sera.

A gothic lolita in a photo taken in Japan by Valerie Fujita (click the image to go to her blog) has the same top hat I bought this summer (only 3€ at an open air market). You can see it on the Scrat plushie I bought the same day. It was August 10th night, Saint Lorenzo, the night of the falling stars.

Alcuni dei vestiti che swapperò - Some of the clotes I'll swap











E una borsa piena zeppa di gioielli e smalti.

Maglietta punk/goth - punk/goth top



Stamattina ho finito il mio costume di halloween. Non riuscivo a decidermi sul vestito, ma soprattutto su una maglia da metterci sotto.
Il mio è un costume da fata malvagia, per cui ho deciso per un look più goth.
Ho tagliato via il tassello in mezzo alle gambe e le estremità di un paio di calzamaglie nere a stelline che non ho mai usato perchè mi andavano corte. Dopodichè ho potuto usarle come una maglietta sotto al vestito. L'idea viene dal blog di Naka.

This morning I decided my halloween costume. I really couldn't make up my mind about which dress to wear and in particular which top wear under it.
Mine is an evil fairy costume, so I decided for a more goth look.
I cut the part between the legs and the extremes of a pair of black starred thights that were too short for me and I never used. So I could use the tights as a top. The idea comes from Naka's blog.

Questo disegno di Victoria Frances è stato la mia fonte di ispirazione per il costume. L'idea era anche di provare un trucco del genere, ma se stiamo in casa a vedere film probabilmente non lo farò.

The above drawing by Victoria Frances was my inpiration for the costume. I wanted to try this kind of make up too, but if we stay at home watching films probably I won't.

Fruits

Qui ho trovato un po'di scan della rivista giapponese Fruit. Look per lo più esagerati perfino per me, ma alcuni sono semplicemente stupendi e ispiranti. Pubblico alcuni dei miei preferiti. Cliccate per ingrandire.

Here I found scans of the japanese fashion magazine Fruit. The outfits are mostly too over the top even for me, but some of them is simply stunning and very inspiring. I publish some of my faves. Click to enlarge.




giovedì 28 ottobre 2010

Cosa fare ad halloween? - What to do on Halloween?

Per Halloween avevo programmato di andare nei boschi a fare un picnic mascherato a contatto con la natura. Amo i boschi in autunno! Ma ovviamente domenica e lunedì pioverà T_T
Probabilmente ripiegheremo sulla maratona di film.
Mi piacciono anche molto le feste in maschera.
Voi cosa farete per halloween?

For halloween I tough of a masked picnic in the woods, close to nature. I love Autumn woods! But obviously sunday and monday it will rain T_T
Probably we'll do a film marathon.
I love masked parties too.
What will you do for halloween?

Cliccate l'immagine per un sito di gioielli steampunk.
Click the image for the link of a steampunk jewelry site.

Un libro per halloween: I diari delle streghe - a book for Halloween: The secret circle

Premetto che "I diari delle streghe" di Lisa Jane Smith non è una serie di libri di alta letteratura. Non vale la pena di spendere tutti i soldi delle edizioni cartonate, e neanche quelli delle edizioni economiche, visto che sono quattro romanzi. Per fortuna sono stati raccolti tutti in un unico romanzo pubblicato nella collana Tacabili Newton a 9,90€. Oltretutto la raccolta non risulta nemmeno molto voluminosa, ha le dimensioni di un libro normale. Mi chiedo come abbiano fatto a ricavarne quattro libri (in originale sono tre, ma anche tre sono troppi). Peraltro i romanzi non sono affatto autoconclusivi, quindi la raccolta è ottima anche per non perdere il filo del racconto.
La magia, nel mondo del romanzo non è quella soprannaturale che vediamo per esempio in Harry Potter. E' una specie di wicca funzionante, basata sull'utilizzo di elementi naturali, come erbe e cristalli, il che è probabilmente più vicino alla magia che usavano le "streghe" medievali. I personaggi principali, le "streghe", sono dei liceali, con tutte le ovvie conseguenze sulle loro relazioni interpersonali: gelosie, rivalità, ricatti, tentativi di primeggiare...
I rapporti sono portati all'estremo e gli amori assoluti, senza però buonismi in stile Mayer.
Anche se non è un libro imperdibile mi ha coinvolto e divertito.

Lisa Jane Smith's "Secret Circle" series isn't high leterature, but it's nice. I recomend an anthology because each book is very short and not concluded, then an anthology is the best for following the narration. And it usually saves money too, that is never bad.
The novels'magic isn't the stunning magic of, for example, Harry Potter. It's a more natural magic that uses herbs and cristals, like a working wicca. Probably this kind of magic is more similar to the Middle Ages "witches" magic.
The "witches" of the novels are high school teenagers, with all the obvious consequence on their behaviour: jealousy, blackmailing, rivalry, trials to be the first...
All the human relation are absolute: friendship, love... but without Mayers goodism.
Even though isn't a "not to be lost" book I was involved and had fun reading it.
P.S. I prefer the italian covers :P

Un libro per Samhain: I Mabinogion - a book for Samhain: The Mabinogion tetralogy

"I Mabinogion" è un libro di Evangeline Walton pubblicato in Italia nel 2004. E'una raccolta di quattro romanzi: Il principe dell'Annwn, I figli di Llyr, La canzone di Rhiannon, L'isola dei potenti. Il libro è una trasposizione romanzata di manoscritti gallesi medievali, chiamati per l'appunto Mabinogion, che riportano avvenimenti dell'alto medioevo, ma anche elementi di tradizioni che risalgono addirittura all'età del ferro.
Ho trovato questo libro molto coinvolgente, anche perchè ho un debole per l'epica e le leggende. Sono rimasta particolarmente colpita dalla cosmologia gaelica, concepita come una serie di mondi divisi da sottili membrane, che in certe condizioni si possono attraversare.

"The Mabinogion tetralogy" is a book by Evangeline Walton, written in 2002. Is a collection of four novels: The Island of the Mighty (1970), The Children of Llyr (1971), The Song of Rhiannon (1972) and Prince of Annwn (1974). The book is an adaptation of some medieval Welsh manuscripts, the Mabinogion, that tell about events of the Middle Ages, but have components of traditions that go back to the Iron Age too.
This book was very involving for me, as I love epic and legends.
I was specially fascinated by traditional Welsh cosmology, concieved as a a chain of worlds divided by thin membranes that can be superated in special occasions.

Samhain



Solo per voi ho fatto un mischione di wikipedia inglese e italiana per darvi più informazioni possibile su Samhain. E'stata una faticaccia, ma ne valeva la pena ^^
I did a mix of italian and english wikipedia to gather more information about Samhain, only for you. It was hard work, but worth it ^^

Samhain fra i celti era la festa dell'ultimo raccolto. Era il periodo dedicato a raccogliere e dell'immagazzinare cibo per l'inverno e di decidere che animali fosse necessario macellare per sopravvivere alla brutta stagione. Essere soli in questa occasione significava esporre sé stessi ed il proprio spirito ai pericoli dei rigori invernali. La notte di Samhain, infatti, le barriere fra i mondi scomparivano permettendo al mondo dei morti di entrare in contatto con quello dei vivi. I morti avrebbero potuto ritornare nei luoghi che frequentavano mentre erano in vita, e in loro onore erano tenute celebrazioni. E' una festa di ricostruzione del tempo cosmico, per cui chi non vi partecipa rischia di essere distrutto poiché è escluso dal tempo.
Era usanza dei Galli travestirsi con costumi e maschere per copiare gli spiriti maligni o placarli. In scozia i morti erano impersonati da giovani uomini vestiti di bianco mascherati, velati o con le facce scurite. Le lanterne con la candela (in gaelico samhnag), che facevano parte del festeggiamento tradizionale erano ricavate da rape scavate. Grosse rape erano scavate a formare delle facce e messe alle finestre per spaventare gli spiriti maligni. Che a travestirsi fossero gli uomini era una tradizione prevalente nel sedicesimo secolo nella campagna scozzese. Invece la tradizione dei bambini mascherati che vanno di porta in porta con lanterne ricavate da rape è cominciata nel diciannovesimo secolo e continua tuttora. Le migrazioni di massa di irlandesi e scozzesi in nord America hanno reso halloween popolare.
Quando i romani entrarono in contatto con i celti identificarono Samhain con la loro festa dei morti, Lemuria, che però era celebrata a metà maggio. Con l'avvento del cristianesimo vennero istituiti il giorno dei morti e la festa di ognissanti. In quest'occasione è tradizione mangiare il pan dei morti (cliccare per la ricetta).
A Milano esiste anche una celebrazione di samhain, il capodanno celtico, un festival organizzato dalla regione Lombardia (e purtroppo attivamente sostenuto dalla Lega Nord, che reclama ascendenze celtiche per tutti i "padani") che consiste in laboratori per adulti e bambini sui mestieri degli antichi celti, danze irlandesi, concerti, stand e ricostruzioni di battaglie (l'unica che ho visto però era pessima). La locazione è stupenda perchè il festival si svolge proprio sotto le mura del Castello Sforzesco, un castello di inizio rinascimento molto bello.
Questo è il sito del festival.


Una zucca intagliata e la versione tradizionale con la rapa. Io preferisco la zucca, più che altro perchè non mi immagino a mettemi accessori a forma di rapa...
A pumpkin and an old fashioned turnip. I prefer the pumpkin, mainly because I can't imagine myself happily wearing turnip shaped accessories...

Samhain in the celtic calendar represented the final harvest. It was time to take stock of the herds and grain supplies, and decide which animals would need to be slaughtered in order for the people and livestock to survive the winter. To be alone in this occasion meant to expose your spirit to the winter colds' dangers. Infact on this night the barriers between the worlds dissolved and the deads' could meet the livings' one. Deads could retourn to the places were they lived and they were celebrated. Is a feast of reconsctuction of the cosmic time. Who did't partecipate could be destroyed because he was cut out of time.
Gaelic custom of wearing costumes and masks, was an attempt to copy the evil spirits or placate them. In Scotland the dead were impersonated by young men with masked, veiled or blackened faces, dressed in white. Candle lanterns (Gaelic: samhnag), carved from turnips were part of the traditional festival. Large turnips were hollowed out, carved with faces, placed in windows to ward off evil spirits. Men in disguise, were prevalent in 16th century in the Scottish countryside. Children going door to door in costumes and masks carrying turnip lanterns, offering entertainment of various sorts in return for food or coins, was traditional in 19th century, and continued well into 20th century. Mass transatlantic Irish and Scottish immigration that popularized Halloween in North America.
Samhain is celebrated by various neopagans in various ways. Celtic reconstructionists celebrate it too, placing emphasis on historical accuracy, and basing their celebrations and rituals on traditional lore from the living Celtic cultures.
In Italy Romans mixed samhain with their dead's celebration, Lemuria, that was in May. With Cristianity's advent were instituted two diffrent days of celebration: October 31th, the day of the deads, and November 1st, the day of the saints. We have a special cake for that occasion, called "pan dei morti", that means dead's bread. I like it! (P.S. I'm not cristian, but I like history and food :P)
In Italy we don't really feel halloween, for us is a commercial holyday imported from the U.S., like S. Valentine day. But like S. Valentine day it was a hit, both for the commerce and for the entrateinment. I particularly love halloween parties, because I love to dress up in strange ways, of course XD
In Milan we have a shamhain celebration too, called Celtic New Year, that is a sort of celtic festival. I love it! Is in a panoramic spot too, because it's situated near a castle built in the early reinassance, Castello Sforzesco. The sad thing of the festival is that is strongly sustained by a xenophobic political party, Lega Nord, that claims all Nord italians to be descendents of the celts and to be superior to South italians, so they want North Italy to be indipendent from South Italy. That is really in short. For more informations click here.
That's the festival site.

mercoledì 27 ottobre 2010

Le guerre del mondo emerso

Sorry, writing a long rewiew in english is too much work ^^' So no english version for this post. The essence is that I didn't like the book "le guerre del mondo emerso" by Licia Troisi, while her first trilogy was nice (not high literature or not to be missed, but nice). The books are published in Germany, France, Turkey, Portugal, Brasil and Spain, so I imagine the topic doesn't really matter for readers from other countries XD
For more information on the author and her books click here.


Ieri sera ho finalmente finito di leggere "Le guerre del mondo emerso" di Licia Troisi. Ho fatto una fatica dannata perchè è una trilogia noiosissima, anche se verso la metà del secondo libro finalmente comincia ad esserci un po'di azione e il terzo libro è decente.
Per una recensione come si deve vi consiglio Gamberi fantasy, anche se recensisce solo il primo libro.
Cerco di riassumere schematicamente quello che penso di questa seconda trilogia della Troisi. Attenzione, spoiler! Non troppi, spero, ma ci sono.

1) Lieto fine? se avete letto la prima trilogia e vi siete affezionati a qualche personaggio, non leggete la seconda. Sono finiti tutti malissimo.

2) De-ja-vu Nel primo libro lei è una guerriera e lui un mago. Il secondo libro è incentrato su un viaggio. Dove ho visto qualcosa di simile?
All'inizio della trilogia mi ero detta "non faranno mai più un cattivo figo come quello della prima trilogia". E infatti pur di tenerselo cercano di resuscitarlo con effetti deprimenti.
Le descrizioni dei maledetti combattimenti con la spada sono TUTTE identiche.

3) Personaggi Lei è una copia addirittura più lamentosa e autocommiserante della protagonista del primo libro e ha un nome orribile, Dubhe. Lui, Lonerin, è un personaggio piattissimo, il classico "buono" talmente buono e che non scende mai a compromessi, così buono e perfettino da essere insopportabile, poi è anche iperemotivo.
Sono piattissimi anche i cattivi, sembrano parodie di cattivi tanto sono cattivi e spietati e viscidi eccetera.
Per fortuna rimane Ido che era uno dei migliori personaggi della prima serie.

4) Contraddizioni interne saltano fuori personaggi che non si erano mai visti prima, ma che a rigor di logica si sarebbero dovuti vedere già nella vecchia saga. Per esempio si scopre che il vecchio cattivo aveva un braccio destro, che poi è il vero cattivo della nuova saga, ma che nella prima trilogia non si è mai visto.
Nella prima saga si diceva che solo gli iniziati possono usare la magia mentre nella seconda la usano cani e porci. Quelli che proprio non ne sanno niente di magia possono preparare pozioni magiche invece di usare gli incantesimi (l'erboristeria è più naturale?) se serve alla trama.
Inoltre ci sono delle contraddizioni logiche evidenti: per esempio il cattivo è un mago potentissimo e un assassino superallenato fortissimo con i supersensi, ma tutti gliela fanno sotto il naso in continuazione e naturalmente lascia incustoditi i manufatti più potenti senza neanche una piccola magia protettiva.
E con un po'di impegno perfino un soldato qualunque può eguagliare la felpatezza e l'abilità di un assassino superaddestrato.
Non si capisce nemmeno uno dei punti focali del libro: c'è una setta di assassini superorganizzata con a capo un mago potentissimo che vuole fare risorgere il vecchio cattivo per farne metterlo a capo della setta. La missione principale dei buoni è impedire la resurrezione. Ma il cattivo, pur essendo un simbolo, è solo un unico essere umano, pensare invece a distruggere la setta (la cui locazione peraltro è notissima) è troppo intelligente?
Ci sono anche delle contraddizioni biologiche: il mondo emerso è tagliato in due da un fiume molto largo. La flora e la fauna sono completamente diverse da una parte e dall'altra. Ma anche su questo l'autrice si contraddice, nel senso che prima si dice che la flora è totalmente diversa, ma poi i personaggi trovano piante conosciute (nonchè piante sconosciute che sanno immediatamente usare per ottenere gli stessi effetti di quelle conosciute).
Inoltre certi passaggi sono un'offesa all'intelligenza del lettore, per esempio alcuni metodi usati per risolvere le varie situazioni, ma anche elementi nella stessa scrittura. Riporto per farvi capire di cosa sto parlando, un passo che ha commentato anche Gamberetta:

La donna entrò, e Dubhe la seguì. La stanza era oltremodo piccola. Non aveva alcuna finestra, se non il solito piccolo buco che dava verso l’esterno, e in fondo una finestrella di vetro, da chiudere in caso di pioggia o neve.

Ma allora la finestra c'è o no?

5) Scarso realismo
Nel covo dei cattivi praticamente c'è entrata libera.
In guerra ci sono al massimo sguardi lascivi, ma niente stupri. Se dei soldati catturano delle donne giovani e carine le rivendono come schiave senza toccarle. Più dell'amore potè il denaro...
In più ci sono tantissimi libri (di cui intere biblioteche di scritti autografi del vecchio cattivo, poverino, si sarà spellato le manine), molto diffusi e la maggior parte della gente, quasi anche i contadini sfigati, legge. Considerata l'ambientazione pseudomedievale si suppone però che non esistano l'industria cartiera e le stampatrici. Inoltre ci sono anche statue somigliantissime degli eroi dei libri precedenti in ogni città, dopo circa 50 anni dallo svolgimento delle vicende di cui erano stati protagonisti.
Anacronismo o stakanovismo?

6) Scrittura fastidiosa
La vicenda è narrata al passato, mentre i flashback sono al presente e da un diverso punto di vista. Che fastidioooooo! E poi perchè???
Inoltre l'espediente del "riassunto delle puntate precedenti" tramite lettere o diari scritti dai personaggi è carino, ma per niente realistico. Nessuno scriverebbe lettere o diari del genere.
Similmente ci sono cialtronerie come guardie che parlano troppo spiegando la situazione nei dettagli ai protagonisti nascosti nell'ombra, ecc, ecc. Si può fare di più.

7) Il dilemma Sailor Moon
I buoni, per salvare la vita di una singola persona sono disposti a sacrificare il mondo intero, come Sailor Moon che nella terza serie pur di non ammazzare Sailor Saturn farebbe perire l'universo. Non solo non ammazzano un bambino, tolto di mezzo il quale il cattivo non può resuscitare (evabbè, ammazzare a sangue freddo un bambino...), ma si fanno problemi perfino sull'uccidere il cattivo!!! Questa non è bontà, è stupidità.

8) Emotività incontrollata
Mi è insopportabile che appena un personaggio è turbato, non solo scoppia a piangere e/o lancia urlacci, ma si mette anche a distruggere tutto quello che si trova intorno, anche se è a casa d'altri. Ma un minimo di autocontrollo? Vabbè che anche gli eroi dell'Iliade erano frignoni, ma non li ho mai visti prendere a spadate la propria tenda per sfogarsi.
In più mi sembra che la descrizione delle emozioni avvenga molto per luoghi comuni. Penso che la frase "urlò al cielo il suo dolore" sia usata come minimo 4 volte con poche variazioni.

CONCLUSIONI: assolutamente perdibile.
La Pelosa Metà, che mi ha prestato i libri, dice che concorda che questa trilogia è peggiore della prima, ma che la terza è almeno al livello della prima (che però ha definito solo "carina") e che è disposto a prestarmela quando voglio. Io però approfitterò di tutti i mattonazzi da studiare per l'università e di altri libri prestatimi che sembrano decisamente più interessanti, per posticipare il momento...

DISCLAIMER: se sei un fan della Troisi e mi hai trovato un po'acida (leggi: stai cercando di scoprire dove abito per uccidermi), sappi che ero partita con le migliori intenzioni perchè la prima saga mi era piaciuta (vedi recensione della prima saga). Poi se tu invece ti sei divertito sei libero di scrivere una recensione positiva o di commentare il post (educatamente) spiegandomi perchè la saga ti è piaciuta, magari la rivaluterò un pochino.
Ma non chiedetemi di rileggerla...

***


Megaspoiler:

E alla fine lei sposa il principe e diventa una principessa.
Neanche la Disney.



Il maglione di H&M che mi piaceva su una ragazza giapponese - The H&M sweater I liked on a japanese girl


Su http://www.japanesestreets.com/ oggi c'era la foto di una ragazza giapponese che indossava il maglione di H&M con lo scoiattolo che mi piaceva. Ma se la coda è di pelliccia mi piace meno. Comunque costa troppo, quasi 40€.

Today on http://www.japanesestreets.com/ there was a photo of a japanese girl with the H&M's squirrel sweater I liked. But if the squirrel's tail is made of furI like it less. Anyway it's too expensive -_-', nearly 40€.

Tutorial per fantasmini carini di Le fleurs Noires - Cute ghosts tutorial by Le fleurs Noires


Su Le fleurs Noires, un blog gothic lolita, ho trovato un tutorial molto molto semplice e carino per fare delle decorazioni di halloween a forma di fantasmino.
Il tutorial originale prevede l'uso di carta. Secondo me facendo i fantasmini di stoffa, invece che usarli semplicemente come decorazione se ne potrebbero fare ciondoli e orecchini.

On Le fleurs Noires, gothic lolita blog, I found a tutorial for making cute ghost shaped paper decorations. It's very very easy.
I think making them with fabric allows using them as pendents for earrings and necklaces too.

L'ho fatto di nuovo! -_-' (Trasgressione n°9) - I did it again (Infraction n°9)

Forse è meglio che la smetta con la storia di non fare più shopping compulstivo, visto che è evidente che non sono in grado.
Oggi ho preso un nuovo vestito color lavanda (bè, in pratica è una di quelle felpe mutanti che si vedono in giro), non ho resistito, era carinissimo e costava solo 1,50€. Lo vedo benissimo in un look fairy key casual-metropolitano. E fa anche un po' gatto del Chershire :P
L'ho preso allo Smack, in via Plinio, a Milano. E'un negozio piccolissimo, ma anche molto alla mano ed economico e spesso si trova roba carina a prezzi ancora più bassi che al mercato. Le signore che lo gestiscono sono molto gentili. Attenzione perchè i capi da 1,50€ non si possono provare.
Io ho comprato lì due giacche di cui sono molto soddisfatta, una gonna stupenda e invidiatissima, due magliette molto carine e un paio di pantaloni rosa fluorescente che ho avuto il coraggio di mettere solo una volta ^^ (mi facevano i fianchi strani, adesso che ho la macchina da cucire però li rimpiango).
Oggi ero molto tentata anche da dei pantaloni di velluto che costavano solo 3€ O_O Ma li ho provati e non mi stavano molto bene. Adoro il velluto, ma i pantaloni aderenti di velluto mi fanno dei fianchi tremendi T_T. E poi erano marroni e il marrone è un colore che è entrato tardi nel mio guardaroba e per cui ho fasi alterne di amore e odio, forse è meglio che per ora mi tenga su altri colori autunnali.

Maybe I should stop saying I'm trying to stop to shop obsessively, since I can't.
Today I bought a lavander dress (it's more a mutant sweater). I couldn't resist because it was SO nice and so cheap, only 1,50€. I think of using it in a fairy key casual metropolitan style. And it's a bit Chershire cat's style :P
I bought it at Smack's, in Plinio street, Milan. It's a small, but free and easy shop where you often can find cute things cheaper then open air market's. The ownwers are very nice. But you can't try on the 1,50€ clothes.
I bought there two jackets, two shirts and a pair of fluo pink trousers I wore only once because thay made me strange hips (my fault for not trying them on before buying. Now that I have the sewing machine I miss them...). In general I was satisfied with my purchases.
Today I was tempted by brown velvet trousers too (they costed only 3€ O_O), but I tryed them on and they weren't flattering on me. I love velvet, but tight velvet pants never look good on me, they make my hips seem very big and strange shaped T_T And they were brown. Brown entered late in my closet and I still have problems with it. Maybe is better sticking to other autumnish colours.

martedì 26 ottobre 2010

Nuova camicia - new blouse

Ho trasformato in una camicietta la camicia da notte che ho comprato sabato. Semplicemente l'ho tagliata e ho fatto l'orlo. Mi sono depressa perchè l'orlo era un po'storto (ho sbagliato varie volte, ritagliato, rifatto e lo stesso è stortignaccolo), ma mio padre ha detto che non si nota granchè e mi sono tirata su di morale anche se mio padre non capisce niente di cucito XD
Mi piace, ha un'aria romantica e un po'antiquata. Penso che stia bene sia nel mori sia per rendere più carino uno stile casual.
Adesso scappo al lavoro che sono in ritardo.
C'è una bell'arietta frizzantina, ma inizia a fare davvero freddo!

I transformed the nightgown I bought in a blouse. I simply cut it and made a hem. I was very depressed because the hem is'n very good, but my father said it isn't too noticeable and I felt much better, altrough my father doesn't understand anything about sewing XD
I like it, it has a very romantic and a bit old fashioned feel. I think it would look good in mori style or to kawaiify a casual stile.
Now I have to run to work because I'm late.
I love the cold weather's sparkling air, but lately it's so cold!!

Penso che per questo look sarebbero perfetti gli orecchini a pan di stelle che mi ha fatto la mia amica Bi. Li adoro *___*

I think the biscuit earrings my friend Bi made me would complement perfectly the outfit. I love them! *___*

Fashion japan: mori girl

Oggi su http://www.japanesestreets.com/, un sito di streetstyle giapponese, ho visto le foto di Arina, una ragazza che anche se non si proclama mori girl aderisce sicuramente a quell'estetica.
Il look generale non mi dice molto, quindi pubblico le foto degli accessori che invece mi hanno colpito. Per uno sguardo complessivo cliccate qui.

Today looking at http://www.japanesestreets.com/, a japanese streetstyle website, I faound Airina's photos. She's not a self-said mori girl, but actually I think she has a very similar aestethic. I was interested in the accessories more then in the whole outfit, then I published only accessories'photos. For the whole look click here.


Sono cuffie!!! Sono così...uao! Sono assolutamente eccessive e allo stesso tempo così carine...
I capelli bicolori andavano tanto nel gal poco tempo fa. Mi piacciono.

They're headpkones!!! So...wow! Too much and still so cute...
Bicolour hair was a gal trend short time ago. I like it.


La macchina fotografica urla: "sono una mori girl" anche se è finta.

The camera screams: "I'm a mori girl" even though it's false.


La borsa è fatta a mano. La voglio fare anch'io!

The bag is self made. I want to do it too!

Mi piacciono i calzini.

I like the socks.

Guro Lolita


Forse non tutti conoscono il Guro Lolita, una versione della moda lolita che è particolarmente adatta ad halloween. Infatti viene chiamata anche Gore Lolita o Horror Lolita.
Consiste principalmente in vestiti lolita bianchi con macchie di sangue finto. Il bianco è scelto per fare risaltare di più il sangue. Accessori tipici sono bende per occhi, bendaggi macchiati di sangue (finto) e finte ferite.
L'effetto ricercato è quello di una bambola rotta o di una lolita ferita.
Lo stile probabilmente si rifà ad una certa fascinazione della cultura giapponese per le ferite, che per alcuni è addirittura un fetish.

Maybe not anyone knows Guro Lolita, a lolita fashion's version very suitable for halloween. Indeed is called Gore Lolita and Horror Lolita too. It consist mainly of white lolita clothes stained with fake blood. The white is chosen to make the blood stand up more. It's complement are eye patches, fake blood stained bandages and simulated injuries. The feeling guro lolita want to achieve is that of a "broken doll" or "injuried lolita". The style is likely born from japanese culture's fascination towards injuries, that, for some people, is even a fetish.

MTV farà un reality legato al mondo della moda di Tokyo - Tokyo fashion's reality on MTV

Il reality "Shibuhara girls", che comincerà nel gennaio 2011 su MTV Japan, seguirà le avventure di quattro ragazze che cercano di farsi strada nei mondi della moda e dell'intrattenimento giapponesi, estremamente competitivi e in continuo cambiamento. L'azione sarà principalmente situata nei quartieri di Tokyo Harajuku e Shibuya, punti focali della moda giapponese, da cui il nome della serie.
Sarà il primo reality giapponese (nuooooo, erano rimasti incontaminati fino ad adesso, ma perchè l'hanno fatto???). Il produttore della serie è Alan Swarts. Ogni stagione sarà composta da 12 episodi da 30 minuti ciascuno.
Da MTV Japan la serie passerà su mercati asiatici come Hong Kong, Singapore, la Malesia, la Corea e le Filippine. Non si sa se il programma raggiungerà anche i mercati europei ed americani, speriamo di siiiiiiì!!! Potrei anche cominciare a guardare la tv.

For the english version click here.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...