martedì 9 settembre 2014

New Backpackers, Istanbul

A Istanbul abbiamo alloggiato in un ostello, il New Backpackers, che si trovava in Akbiyik caddesi 20/1, a Sultanahmet. Ci tenevamo molto a trovare un posto a Sultanahmet perché è il quartiere più ricco di monumenti storici importanti della città (Aya Sofia, palazzo Topkapi, moschea blu, basilica cisterna...) ed è piuttosto centrale, quindi una posizione del genere ci avrebbe permesso di risparmiare soldi e tempo sugli spostamenti (che a Istanbul non costano poco) e di raggiungere facilmente altri luoghi interessanti della città.
Per la posizione e considerando che eravamo in alta stagione l'ostello costava molto poco: 24€ a notte a testa per una camera doppia con bagno. Ci sono anche le camerate, che ovviamente costano meno.

In Istanbul we stayed in a hostel, the New Backpackers, which was in Akbiyik Caddesi 20/1, in Sultanahmet. We were very keen to find a place in Sultanahmet because it is the area richest of important historical monuments of the city (Aya Sofia, Topkapi Palace, Blue Mosque, Basilica cistern ...) and it's pretty central, so such a position would allow us save time and money on transfers (which in Istanbul aren't cheap) and easily reach other interesting places in the city. 
For the location and considering it was high season the hostel was very cheap: 24€ per night per person for a double room with bathroom. There are also dormitories, which obviously cost less.

La nostra camera era grande, con un bagno piuttosto piccolo, ma assolutamente perfetta per le nostre necessità. Ci hanno fornito asciugacapelli, asciugamani, saponette e bagnoschiuma. L'unico problema è stata la pulizia: il pavimento non era pulitissimo, ma la cosa non ci ha particolarmente turbato, però sulle lenzuola c'erano macchie che chiaramente erano di sangue. Si sentiva che erano state lavate, ma evidentemente quelle macchie non erano venute via. Ci siamo fatti dare un ricambio, ma anche il nuovo lenzuolo era macchiato, così ce lo siamo fatti sostituire di nuovo. Alla fine abbiamo dormito con il lenzuolo meno macchiato, ma a saperlo prima ci saremmo portati le lenzuola da casa (come consiglio di fare a eventuali futuri clienti).
Degli amici che erano con noi non hanno potuto stare in stanza per le prime ore perché era in corso una disinfestazione contro le mosche.
C'era l'aria condizionata, che è stata una benedizione, e il free wi-fi, che però in alcune camere, inclusa la nostra, non prendeva. L'ultimo giorno ci hanno tenuto i bagagli permettendoci di girare tranquillamente per la città. Non sono stati custoditi in un'apposita stanza, ma tenuti in un angolo della stanza interna del ristorante, il che se vogliamo è anche più sicuro perché sono costantemente osservati.

Our room was large, with a rather small bathroom, but absolutely perfect for our needs. We were provided with a hairdryer, towels, soaps and bubble bath. The only problem was the cleanliness: the floor was not so clean, a thing that did not particularly upset us, but there were stains on the sheets that were clearly of blood. It felt like thay that had been washed, but apparently those stains had not come off. We told the staff and were given a replacement, but the new sheet was stained too, so there we asked ​​to replace it again. At the end we slept with the less stained sheet, but to know that before we'd taken the sheets from home (such as a I advice to do to any future clients). 
The friends who were with us were not able to stay in their room for the first few hours because it was an ongoing pest control for flies.
There was air conditioned, that was a bless, and free wi-fi, but in some rooms, including our own, it did not arrive. The last day they kept our luggage allowing us to run safely through the city. It wasn't been kept in a separate room, but in a corner of the inner room of the restaurant, which I think was even safer because it was constantly observed. 

La colazione inclusa/The included breackfast
Il menù. Per leggerlo, aprite la foto in un'altra pagina/The menu. To read it open the photo in a new tab
Antipasti misti freddi/Mixed cold appetizers
Mussakka e sultan's favourite/Mussakka and sultan's favourite
 Sono stata molto contenta della colazione inclusa. Il New Backpackers infatti ha il suo bar ristorante, il Şiva Cafè, che ha un'atmosfera molto carina e serve piatti che per Istanbul sono piuttosto costosi, ma che i turisti europei possono permettersi senza troppi problemi. Gli antipasti non erano incredibili, ma i primi piatti che abbiamo provato erano molto buoni, in particolare il Sultan's favourite. C'era anche un cameriere che ogni sera si esibiva in un numero in cui ballava il gam gam style con quattro calici di birra in bilico sulla testa. L'ostello è situato in una via piena di altri alberghi e ostelli con ristorante annesso e che per questo è molto turistica e vivace. Il lato negativo però era che c'era musica ad alto volume fino a tardi (non fino al mattino, ma almeno fino a mezzanotte).
Da fuori l'ostello non è semplicissimo da riconoscere per via del ristorante, ma sia noi sia i nostri amici siamo stati individuati immediatamente dallo staff.
Il personale è stato molto gentile e disponibile e ci ha aiutato varie volte.
In definitiva consiglio assolutamente questo ostello per l'ottima posizione, la cortesia del personale, la buona cucina e l'atmosfera vivace, ma suggerisco di portarsi le lenzuola (e magari anche gli asciugamani) da casa.

I was very happy with the included breakfast. The New Backpackers in fact has its own restaurant and bar, the Şiva Cafe, which has a nice atmosphere and serves dishers which for Istanbul are quite expensive, but that European tourists can afford without too much trouble. The appetizers were not amazing, but the first dishes we tried were very good, especially the Sultan's favorite. There was also a waiter who every night performed a number in which he danced the gam gam style with four glasses of beer balanced on his head. The hostel is located in a street full of other hotels and hostels with attached restaurant and that is why it is very touristy and lively. The downside, however, was that there was loud music until late (not until the morning, but at least until midnight). 
From the outside the hostel is not easy to recognize because of the restaurant, but both we and our friends were immediately identified by the staff. 
The staff was very friendly and helpful and helped us several times. 
Ultimately I absolutely recommend this hostel for its excellent location, friendly staff, good food and lively atmosphere, but I suggest to bring the bedsheets (and maybe even the towels) from home.

11 commenti:

Babol ha detto...

Buono a sapersi, mi salvo questo utilissimo post sui preferiti, in caso dovessi fare una capatina da quelle parti :D

Piperita Patty ha detto...

Spero ti sia utile :D

Nyu Egawa ha detto...

Che peccato per le lenzuola.. credo che una sciocchezza simile rovini molto l'immagine di un posto.
Non ce l'hanno la candeggina che lava e disinfetta?
Un po' di Omino Bianco... no?

Nyu Egawa ha detto...

PS: Ma erano tutte macchiate di sangue???
Se era tutto sangue si potrebbe pensare a strani avvenimenti in quell'ostello.. THE HOSTEL! *_*

Piperita Patty ha detto...

@Nyu: ma infatti! O piuttosto lenzuola colorate, se proprio non si riesce a tenerle pulite.
Era sicuramente sangue sulle prime, sulle seconde più strisciate marroncine, il paio più decente aveva due macchioline più sbiadite...strani avvenimenti magari sì, ma preferisco non sapere!

Muriomu ha detto...

Oddio le lenzuola sporche O__O
sarei morta, io per queste cose sono fissata (forse anche troppo) però non trovo concepibile l'idea di portarsi le lenzuola da casa.
Se pago la stanza almeno deve essere pulita >_<
Che poi è vero che magari sono più pulite queste di quelle che lo sembrano, ma solo apparentemente, però come si dice occhio non vede...

Piperita Patty ha detto...

@Muriomu: non posso che darti ragione, un po'di igiene sarebbe il minimo, visto che si paga. Anche vero però che ci sono tante persone da gestire e che quegli alberghetti sono piccole realtà che per mantenere prezzi concorrenziali magari devono tagliare su altro.
Noi abbiamo posto come priorità prezzo e posizione sapendo benissimo che sarebbero potuti esserci problemi su altri fronti, ma per fortuna a parte le lenzuola e un po'di rumore ci siamo trovati benissimo.

Clyo ha detto...

Anche a me era capitato di trovare le lenzuola macchiate a Rodi, certo non è il massimo, ma non mi sconvolgo più di tanto,probabilmente sono macchie sopravvissute al lavaggio. I piatti mi ispirano molto, del menù invece non capisco nulla XD

Piperita Patty ha detto...

@Clyo: mah, fossero state macchie più ambigue, ma era proprio sangue e il sangue altrui a me schifa.
Guarda, il sultan's favourite era una cosa favolosa, purè di melanzana cotta sul fuoco con pezzi di carne saporitissimi.

Ciccola ha detto...

Siccome scelgo spesso gli ostelli sto valutando l'opzione di mettere in valigia un lenzuolo per i casi come questi.
In Corea, per esempio, le lenzuola non esistono (a parte negli hotel) ma in un paio di casi le ho chieste e me le hanno date (bah).
Pulizia a parte - dopo certe cose viste in Cina un po' di sporco per terra non mi disturba più di tanto - l'ostello sembra molto carino.
Prima o poi ci vado a Istanbul, quindi sto prendendo appunti. Ma quando sarà magari ti chiederò un paio di cose.

Piperita Patty ha detto...

@Ciccola: di base è un'ottima idea, poi bisogna vedere la lunghezza del viaggio e quanto spazio si hs in valigia. Forse è ancora più furbo il sacco lenzuolo.
Lo sporco a me dà fastidio più che altro se si tratta di tracce organiche.
Sono a tua disposizione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...