martedì 29 aprile 2014

Il mio 25 Aprile

Collana con medaglione/Medallion necklace: fatta io/selfmade
Paglietta/Boater hat: Tally Weijl (10€)
Smalto/Nail Polish: Odille, mercato di via Valvassori Peroni, Milano/Odille, Valvassori Peroni Street open air market, Milan (1€, 1,50€)

Orecchini/Earrings: fatti io/selfmade
Maglione/Sweater: Zara, swappato/swapped
Maglietta/Tee: Pimkie (6,50€ on sale)
Shorts: usati/used
Scarpe/Shoes: Dolomite
Borsa/Bag: Primark (7€)

Il 25 aprile sono andata a fare una gita con i miei amici in un paese abbandonato a un'ora di viaggio da Milano! E' stato proprio carino! Ma ne parlerò più approfonditamente nel prossimo post.
La sera volevamo mangiare fuori, ma era tutto occupato, così abbiamo deciso di tornare all'Italian Noodles sui navigli.

On April 25, I went on a trip with my friends in an abandoned town an hour's drive from Milan! It was really nice! But I'll talk more about it in the next post.
In the evening we wanted to eat out, but being a holyday many places were full, so we decided to go back to Italian Noodles on the canals.


Io ho ripreso i noodles sea weed, quelli dell'altra volta, tagliolini al nero di seppia saltati con salsa di ostrica e condito con alghe wakame, gamberi in tempura e tobiko. Ho assaggiato anche i tagliolini Jango (piccantissimi) e gli Zenji, tutti molto buoni (ma non quanto i miei).
Abbiamo provato anche due tipi di maki, quelli alla bresaola (inaspettatamente buoni) e quelli alla tartare di salmone (molto buoni!) e gli onigiri vegetali (il sesamo al wasabi era un tocco di classe).
Invece questa volta devo fare una nota negativa sul personale, che non è stato apertamente scortese, ma si è comportato come se lo stessimo infastidendo, cosa che è stata notata da tutti.

I ate again noodles with squid ink noodles stir-fried with oyster sauce and topped with wakame seaweed, shrimp tempura and tobiko. I also tasted Jango (spicy hot) and Zenji noodles, all very good (but not as much as mine).
We also tried two types of maki, those with bresaola (unexpectedly good) and those with salmon tartare (very good!) and vegetable onigiri (wasabi sesame was a nice touch). 
But this time a negative note on the staff, which was not overtly rude, but acted as if we were bothering them, something noticed by everyone.

7 commenti:

Nyu Sumeragi ha detto...

Paese abbandonato.. *o*

Piperita Patty ha detto...

Fa parecchio figo, eh? :D Vedrai poi le foto e tutto! In realtà sarebbe potuto essere anche meglio, ma era molto carino.

Clyo ha detto...

Forse so che paese è! Inizia per C...?

Piperita Patty ha detto...

@Clyo: sììì :D

Bianca ha detto...

La mia vecchia foto profilo (quella con gli occhiali da Lolita) è scattata proprio lì! È la meta obbligata di tutti i fotografi (noi ci siamo tornati una domenica con il nostro corso di fotografia... E c'erano almeno altri 3 gruppi 'fotografici' più svariata altra gente! Alla faccia del paese abbandonato!!! XD

Scarabocchio Girl ha detto...

Quante cose buone che ti sei mangiata!peccato per il personale..alla fine un ristorante si basa anche sulla cordialità di quello e non solo sul cibo..

Piperita Patty ha detto...

@Bi: non lo sapevo! In effetti per essere una città abbandonata è piuttosto frequentata XD Sarà che è fra le località abbandonate vicino a Milano più facilmente accessibili. Ho scoperto un altro posto, ma bisogna scavalcare recinti complicati e ci sono altri macelli vari.

@Scarabocchio: in realtà capisco che i lavori a contatto con il pubblico sono i più stressanti, però avevano appena aperto, quindi credo fossimo proprio noi a non piacergli. E' stato piuttosto sgradevole.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...