venerdì 18 dicembre 2015

12 volte Natale/12 Dates of Christmas

"12 volte Natale" è un film del 2011 prodotto direttamente per la tv, per la precisione per ABC Family.
Questa è la trama: la vigilia di Natale Kate, che è ancora ossessionata dal suo ex fidanzato, ha un incidente a causa del quale continua a rivivere lo stesso giorno. Dopo il primo stupore dovrà capire come spezzare il circolo.
L'idea della giornata ripetuta all'infinito di per sé mi è parsa buona (mi era piaciuta tanto in Edge of Tomorrow), ma se all'inizio viene resa bene, alla fine diventa solo un modo per giustificare le imprese sempre più improbabili della protagonista.
Kate a inizio film ha una personalità infantile e irritante che, grazie allo spirito del Natale, cambia completamente passando dal più totale egoismo all'amare e aiutare chiunque le stia intorno (allo spettatore resta la domanda se sia un cambiamento permanente o se sia solo finalizzato a sbloccare la maledizione). Il protagonista maschile è un Gary Stue che più di così non si può: è bello, bravo, ricco, altruista e con una triste storia alle spalle. Gli altri personaggi sono ancora più privi di spessore e finalizzati solo a portare avanti la storia.
In aggiunta alla trama banale e ai personaggi piatti non manca la classica melensaggine da film natalizio.
Non è un film orrendo, ma è di una banalità quasi irritante, con gli stessi presupposti si sarebbe potuto fare molto di più.

"12 Dates of Christmas" is a 2011 film produced directly for the television, specifically for ABC Family.
The plot: on Christmas Eve Kate, who is still obsessed with her ex-boyfriend, has an accident because of which continues to relive the same day. After the initial shock she will have to figure out how to break the cycle.
I thought the idea of ​​a day which endlessly repeats itself was good (I liked it a lot in Edge of Tomorrow), but if in the beginning it is made well, it eventually becomes just a way to justify the increasingly unlikely feats of the protagonist.
Kate in the start has a childlike and irritating personality that, thanks to Christmas spirit, completely changes going from utter selfishness of loving and helping anyone she finds around (the viewer can guess whether it is a permanent change or it is only finalized to break the curse). The male lead is a completa Gary Stue: he is beautiful, good, rich, caring and with a sad history. The other characters lack depth even more and are only instruments to make the story go on.
In addition to the banal plot and the dull characters this film has the classic mushiness of Christmas movies.
It's not a horrible movie, but it's banality is almost irritating, with the same idea it could have been done much more.

2 commenti:

cristina taddei ha detto...

sembra carino.. voglio proprio provare a vederlo..

Piperita Patty ha detto...

Allora proprio non ti ho dissuaso...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...