martedì 9 dicembre 2014

Artigiano in Fiera 2014: lo shopping/Artisan fair of Milan 2014: my shopping

Cominciamo dallo shopping meno materiale, ovvero da quello che mi sono mangiata strada facendo!
Quest'anno ci ho dato dentro e nelle mie due visite mi sono tolta tutti i possibili sfizi mangerecci.
Nel reparto Sardegna ho mangiato dei fantastici culorgiones freschi al pastificio artigianale Antichi Mulini, stavolta fritti, tanto per stare leggeri. Ho ripreso l'ottimo succo di mela altoatesino della Bühlerhof testato l'anno scorso. Poi, ovviamente, in Francia la mia adorata croque baguette, sia nella versione allo chevre sia in quella alla pancetta. Non poteva mancare uno shottino di vodka seguito da una tartina alle uova di salmone in Russia. Né il sorbetto al cocco che l'anno scorso non sono riuscita a provare. Eppoi la Pelosa Metà voleva i churros di cui si è innamorato in Spagna e io gliene ho rubato qualcuno.
E questo è l'elenco privo dei vari assaggini.

Let's start by shopping less material, or from what I ate on the go!
This year I ate a lot and in my two visits I satisfied all my edible whims.
In the Sardinia department I ate some fantastic culorgiones (fresh pasta with a filling of potatoes, pecorino cheese and mint) at the fresh pasta factory stand Antichi Mulini, this time fried, just to stay light. I drank the excellent South Tyrolean apple juice by Bühlerhof tested last year. Then, of course, in France I ate my beloved croque baguette, both in the chevre and in the bacon version. I could not miss a shot of vodka followed by a salmon roe sandwich in Russia. Neither the coconut sherbet that I could not try last year. And then the Hairy Half wanted churros with which he fell in love in Spain and I stole some.
And this is the list without the various free tastes.

Oltre ai regali di Natale ho fatto acquisti anche per me. In realtà mi aspettavo di impazzire e comprare migliaia di stupidate come gli anni scorsi, invece mi sono limitata a cibo, un vestito e una collana.
Ho comprato un abitino scozzese cucito come un caftano (ho dovuto cucire i lati fino in fondo perché aveva spacchi fino a metà coscia) a 5€ e una collanina in finta ambra pacchianissima con ciondoli a forma di lune e monete cinesi a 1€, entrambi nel reparto India.

In addition to the Christmas gifts I purchased something for me. Actually I was expecting to go crazy and buy thousands of stupid things as in previous years, instead I simply bought food, a dress and a necklace.
I bought a plaid dress stitched like a caftan (I had to sew the sides to the bottom because they were split up to mid-thigh) for 5€ and a tacky faux amber necklace with moons and Chinese coins shaped pendants to 1 €, both in the India department.


Invece io e la Pelosa Metà di cibo ne abbiamo comprato davvero tanto. Nella sezione Sardegna abbiamo preso un panetto di bottarga da 10€ e tre confezioni di culurgiones a 10€.
In Spagna abbiamo preso 5 salami a 15€ trattenendoci, perché eravamo tentati dall'offerta 7 a 20€ (ma tanto quella l'ho sfruttata per i miei genitori, che, dovendo ospitare il cenone di famiglia quest'anno, non avranno problemi a farli fuori).
E poi ho preso del rum al miele, di cui mi sono innamorata al concerto degli Overness, a 7€. E il pesto di pistacchi di Bronte a 8€. E' tantino, ma come l'anno scorso ho fatto molta fatica a trovare uno stand che ne vendesse una versione senza aromi e con olio d'oliva.
Invece non ho trovato le mie amate creme di gorgonzola aromatizzate, ma sono decisa a rimediare fabbricandone la mia versione!

Instead I and the Hairy Half bought a lot of food. In the Sardinia department we took a 10€ stick of bottarga and three packs of culurgiones for 10€.
In Spain we took 5 salami for 15€, but we were tempted by the 7 for 20€ offer (that I used for my parents, who will have to host the Chrismas family dinner this year, and so will have no problem to get rid of them).
And then I bought honey rum, with which I fell in love at the Overness concert, for 7€. And pistachio pesto for 8€. Not cheap, but like last year I really struggled to find a stand that sold a version without aromas and with olive oil.
Instead I've not found my loved flavored gorgonzola cream, but I'm determined to remedy making my version!

8 commenti:

Nyu Egawa ha detto...

Quante cose bbbbuone! Anche io avrei fatto strage!!!

Piperita Patty ha detto...

E' che poi bisogna approfittarne perché quelle "vere" di solito non si trovano!

Babol ha detto...

Che invidia! Sono andata anche io ma causa treni (vengo dalla Liguria!) avevo il tempo limitatissimo e poi ho "sbagliato", perdendo troppo tempo nei padiglioni del mondo senza riuscire quasi a vedere quelli Europei ed Italiani che erano sicuramente migliori.
L'anno prossimo verrò in macchina e comincerò dall'Italia!

Piperita Patty ha detto...

@Babol: accidenti, dalla liguria!
A me piace di più il padiglione mondo, in genere, tranne per gli assaggini visto che negli altri stand ce ne sono molti di più. Tieni conto che in Italia c'è quasi solo cibo e che lì e in Europa i prezzi sono molto alti.

Silvia C. ha detto...

Il pesto al pistacchio di Bronte è tanta roba. I miei suoceri abitano vicino il punto vendita Bacco e devo evitare di passarci davanti, perchè puntualmente ogni volta che entro, compro mezzo negozio.

Piperita Patty ha detto...

@Silvia: che meraviglia, immagino!

Acalia Fenders ha detto...

Che meraviglia *__*
Non ci devo venire a questa fiera, altrimenti torno a casa con la spesa XD

Piperita Patty ha detto...

@Acalia: sì è terribile XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...