giovedì 26 settembre 2013

So critical so fashion

So critical so fashion è un evento che ha luogo durante la settimana della moda di Milano, ed è dedicato ad una moda consapevole, indipendente ed etica. Ci sono andata con la mia amica Dorian Gray, fotografa di moda. Per me era la prima volta, lei ci era già stata.
All'ingresso ci hanno riempito di omaggi, cosa che pare essere una novità della manifestazione (di cui io non mi lamento di certo). In ogni sacchetto c'erano due tipi di tè, tre di shampoo (con due doppioni), due confezioni uguali di detergente per il viso, due di acqua termale dell'Avène e una crema per capelli al dattero (che è la cosa che mi ispira di più). Non ho mai provato nessuno di questi prodotti, se faccio scoperte particolarmente interessanti vedrò di pubblicare una recensione.

So critical so fashion is an event that takes place during Milan's fashion week, and is dedicated to a conscious, independent and ethical fashion. I went there with my friend Dorian Gra  a fashion photographer. For me it was the first time, but she had already been there.
At the entrance we got a ton o freebies, which seems to be a novelty for the event (of which I'm not complaining of course). In each bag there were two types of tea, three of shampoo (with two doubles), two packs of the same facial cleanser, two thermal water by Avène and a date hair cream (which is the thing that interest me more). I've never tried any of these products, if I'll discover something particularly interesting I'll post a review.

 
Il giro fra gli espositori è stato molto interessante. C'erano cose banali, cose talmente astruse che ci veniva voglia di ridere e cose interessantissime. C'erano una truccatrice e un parrucchiere a disposizione dei visitatori. C'era un bar con prodotti biologici e vegani. C'era chi si copiava a vicenda, chi sosteneva associazioni umanitarie in Africa, chi proponeva magliette sanguinarie inneggianti a uno stile di vita vegano...insomma è stata un'esperienza molto interessante.
L'atmosfera era molto "alternativa", fra il radical-chic e il pezzente snob, ma non così noglobal da essere sgradevole ai non iniziati (ho visto fighetti molto global aggirarsi liberamente senza essere sbranati).
I pezzi e i capi esposti avevano prezzi alti (almeno per le mie tasche), ma non irraggiungibili. Per dire, c'erano anelli da 50€, ma anche collane da 15. Tutto stava nel guardare, purtroppo però molti non esponevano i cartellini del prezzo, cosa che trovo fastidiosissima. In compenso però l'entrata era libera, quindi guardare era gratis.

The tour of the stalls was very interesting. There were trivial things, things so abstruse that we were trying not to laugh and very interesting things. There were a makeup artist and a hair stylist available to visitors. There was a bar with organic and vegan food. There were those who copied each other, those who supported charities in Africa, those who sold murderous t-shirts praising a vegan lifestyle...so it was a very interesting experience.
The atmosphere was very "alternative", between  radical-chic and tramp snob, but not so anti-globalization to be unpleasant to the uninitiated (I've seen a lot of very global looking peolple roam freely without being eaten).
The pieces on display had high prices (at least for my pockest), but not unattainable. For example, there were rings at 50€, but also necklaces at 15. Everything was in searching well, but unfortunately many did not put price tags, which I find annoying. On the other hand, however, the entry was free, so looking was free.

 
L'espositore che mi è piaciuto di più in assoluto è stato Giovanni Scafuro, che crea gioielli e oggetti per la casa con stoviglie rotte, posate, chiavi, serrature, occhiali...
Una meraviglia, vi consiglio sentitamente di cliccare sul suo nome e guardarvi il sito.

The exhibitor that I liked most of all was Giovanni Scafuro  who creates jewelry and objects for the home with broken crockery, cutlery, keys, locks, glasses...
Awesome, I recommend heartily to click on his name and browse his site.


Ci sono piaciuti moltissimo anche molti degli abiti realizzati dagli studenti del Politecnico di Milano. Il vestito di tulle coperto di fiori è il mio preferito, ma la giacca con dettagli in rilievo è semplicemente geniale!

We also liked very much many of the clothes designed by the students of the Polytechnic of Milan. The tulle dress covered in flowers is my favorite, but the jacket with embossed details is simply brilliant!

Mi sono innamorata di questa gonna di Moku, la voglio!

I fell for this skirt by Moku, I want it!

Geniali anche le magliette ecc. di Altriluoghi, tinte con sostanze naturali. Da brava caffeinomane la mia preferita è quella stampata con il caffè a motivi di chicchi e tazzine. Il loro motto è “Non fate la dieta, fate l’amore e mangiate la cioccolata”, non vi stanno già simpatici?

The T-shirts etc.. of Altriluoghi  dyed with natural substances, are also smart. Like a good coffee addicted my favorite is the ones printed with the motif of coffee beans and cups. Their motto is "Don't make diets, make love and eat chocolate", don't you love them already?

Mi sono piaciute molto anche le creazioni (soprattutto quelle dal tocco un po'steampunk e lolita) di Ramaya, anche se ho sentito della gente che diceva che alcune cose, specie quelle create con gli orologi, sono un po'troppo simili alla collezione dell'anno scorso della brava Kiyoko Hosoda. Mah...
Intanto ho deciso che devo procurarmi una goccia del vecchio lampadario di mia nonna (e anche chiavi, serrature, bottoni carini, orologi rotti...) XD

I also really liked the creations (especially those with a steampunk and lolita feel) by Ramaya  though I've heard people saying that some things, especially those created with watches, are a little too similar to the last year collection of  the good Kiyoko Hosoda. Mah...
Meanwhile, I decided that I need to get me a drop of the old chandelier of my grandmother (and keys, locks, cute buttons, broken watches...) XD

Non poteva mancare il tocco trash! Questo cappellino alla Piero della Francesca è impagabile XD Uguali!
Per fare le alternative a modo nostro, alla fine del giro abbiamo snobbato il bar vegan chic e siamo andate a comprarci ottimi tarallucci ad una piccola sagra dei sapori italiani poco distante XD

We could not miss trash discoveries! This Piero della Francesca style cap is priceless XD It's the same!
To be alternatives in our own way, at the end of the tour we snubbed the vegan chic bar and we went to buy us good tarallucci (a sort of breadstick snack typical of southern Italy. Images here) at a small Italian flavours festival not far from there XD

11 commenti:

Kate ha detto...

L'abito nella prima foto è qualcosa di meraviglioso *w*

Nyu Sumeragi ha detto...

Io sono allibita dai bracciali forchetta.. @o@

Perchè a me non mi omaggia nessunooooo?!

prociona ha detto...

dehehehe. divertente racconto!!!

Kassandra Black ha detto...

Ma il vestito di fiori è bellissimo *O* mi saperebbe piaciuto fare un giro a questo evento :)

Piperita Patty ha detto...

@Kate: vero???

@Nyu: eh, bisogna andare in posti un po'chic che vogliono venderti qualcosa...

@Prociona: se lo dici tu che c'eri mi sento lusingata! Devo inziare a chiamarti prociona sul blog, dorian è vecchio (anche se nel ritratto sembra giovine, ho ho ho)

@Kassandra: la prossima volta vedrò di avvertire per tempo! Quest'anno sono talmente presa dal fumetto per Lucca che nemmeno sapevo che fosse la settimana della moda finché la mia amica non mi ha chiamato per andare a questo evento il giorno dopo ^^'

Sindel ha detto...

Che bello Piperita, sembra un evento davvero interessante! Mi piace la borsa con il cuore applicato, bell'articolo!

anonimatototale ha detto...

comunque era Tomoko Tokuda!
Kyoko Hosoda è stata copiata da un'altra ragazza ancora :D

Piperita Patty ha detto...

@Anonimatototale: oh, no! XD
Andrò a rivedermi le cose della Tokuda, grazie!

Piperita Patty ha detto...

@Sindel: grazie mille!! Come dicevo, l'anno prossimo vedrò di avvertire prima in modo che gli interessati sappiano quand'è

Scarabocchio Girl ha detto...

Bello! Io uso regolarmente l'acqua termale di Avéne ed è favolosa! Se ho il viso arrossato, passo quella e subito va meglio. La metto anche come base prima della crema da giorno così idrata di più la pelle ;)

Piperita Patty ha detto...

@Scarabocchio: buono a sapersi! Grazie delle idee, io non l'ho ancora inaugurata proprio perché non sapevo bene come usarla.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...