mercoledì 12 luglio 2017

Una serie di sfortunati eventi: fra Vicenza e Palmanova/A series of unfortunate events: between Vicenza and Palmanova

Venerdì sono partita con un amico del mio collettivo di fumettisti, Cargo, per andare a Palmanova, alla seconda edizione del The Game Fortress, un festival dedicato a fumetti, giochi e videogiochi, e più in generale al gioco e alla creatività.
Verso la metà del viaggio ci si è rotto il radiatore.
Abbiamo dovuto chiamare un carro attrezzi che ci ha portato ad una vicina officina dove è stato stabilito che la macchina non sarebbe ripartita a breve. Allora ci siamo caricati più fumetti possibili in spalla e abbiamo scroccato un passaggio per Vicenza, che era la grande città più vicina. Una volta in stazione però abbiamo scoperto che quel giorno non c'erano più treni per andare a Palmanova.

On Friday, with a friend of my cartoonist collective Cargo, I left for Palmanova, where there was the second edition of The Game Fortress, a comic book, game and video game, and more generally game and creativity festival.
Toward the middle of the trip, the radiator broke.
We had to call a tow truck that took us to a nearby garage where we were said that the car would not be repaired on time for the festival. So we loaded as many comics as possible on our shoulders and freeloaded a ride for Vicenza, which was the nearest big city. Once at the station, however, we found that there were no more trains for Palmanova that day.

Abbiamo cercato una sistemazione in tutta fretta su Booking, trovando a circa un quarto d'ora dalla stazione, in viale Verona 12, il SHG Hotel De La Ville, un hotel a quattro stelle bello anche se un po'anonimo. Una doppia con bagno completo di tutto (asciugamani, set di cortesia, asciugacapelli...) ci è costata, con uno sconto Booking di 5€, ma con una tassa di soggiorno di 2€ a testa, 60€ in due. C'era un ottimo wi-fi e l'albergo aveva anche il ristorante.

We searched for somewere to sleep on Booking, finding a quarter of an hour from the station, in via Verona 12, SHG Hotel De La Ville, a nice, though somewhat impersonal, four star hotel. A double room with bath (with towels, courtesy set, hairdryer...) costed us with a Booking Discount of 5€, but with a 2€ tax per person, a total of 60€. There was a great wi-fi and the hotel also had a restaurant.

 
Abbiamo cenato da Chicken & Chicken, un'interessantissima hamburgereria con tocchi indiani come il pollo tikka, i panini con il naan, il menù con i samosa, le salse fatte in casa...
E' stata una piacevolissima sorpresa, prezzi bassi e gusto interessante. Ho scoperto che è una catena diffusa in tutto il nord Italia, per cui credo ci tornerò.
La zona della stazione, come di consueto, non era bellissima, ma, quando siamo andati a comprare il biglietto del giorno dopo per non essere troppo di corsa, abbiamo visto che c'era un concerto nella piazza davanti.

We dined at Chicken & Chicken, an interesting fast food with Indian touches such as chicken tikka, sandwiches with naan, samosa menu, homemade sauces...
It was a nice surprise, low prices and interesting taste. I found that it is a chain with branches all across northern Italy, so I think I'll eat there again.
The station area, as usual, was not so nice, but when we went to buy the ticket the next day to avoid having to run, we saw that there was a concert in the front square.

Il giorno dopo, mentre prendevamo il treno per Palmanova, ci hanno detto che da lì la domenica non c'erano treni per tornare a Milano! Non avevamo controllato perché davamo per scontato che ci fossero. Nuova emergenza.
Per fortuna un nostro amico era a Palmanova per la manifestazione e l'abbiamo implorato di darci un passaggio.
Usciti dalla stazione, ci siamo trovati in piena campagna. Avevamo paura di aver sbagliato città, ma è venuto fuori che Palmanova è molto piccola, con una ventina di minuti di cammino siamo arrivati in centro.

The next day, as we took the train to Palmanova, we were told that on Sunday there were no trains to return to Milan! We didn't check because we took for granted that there will be something. Another emergency.
Luckily a friend of ours was in Palmanova for the event and we begged him to give us a ride.
Leaving the station, we were in the country. We were afraid we were in the wrong town but it came out that Palmanova is very small: with a twenty minute walk we arrived in the center.

Quello che rende la città particolare è la sua pianta a stella a nove punte, con al centro una piazza esagonale, che denota la sua origine come fortezza veneziana nel 1600.
Le fortificazioni, le basse casette colorate stagliate contro il cielo azzurro e il riverbero del sole contro la pavimentazione, mi hanno piacevolmente ricordato Campeche.

What makes the city unique is its nine-pointed star plant, with a hexagonal square in the center, which denotes its origin as a Venetian fortress in 1600.
The fortifications, the smmall colorful houses against the blue sky and the reverberation of the sun against the pavement, reminded me of Campeche.


Dopo aver montato lo stand, siamo finalmente andati a mangiare. Ci hanno dato un buono pasto per il ristorante pizzeria Al Gambero, in via Scamozzi 2, dietro la cattedrale. Il locale era molto carino, con l'interno arredato in legno e dei tavolini all'aperto dove mi sono voluta sedere. Abbiamo deciso di provare dei piatti locali, così il mio amico ha preso deliziosi gnocchi ai quattro formaggi con un prosciutto di San Daniele che si scioglieva in bocca, io ho preso degli ottimi paccheri al baccalà. Entrambi siamo rimasti entusiasti (e dispiaciuti che il buono pasto successivo fosse per un panino ad uno stand).

After assembling the stand, we finally went to eat. They gave us a free meal coupon for the pizza parlour and  restaurant Al Gambero, in via Scamozzi 2, behind the cathedral. The inside was very nice, furnished in wood and there were also outdoor tables where I wanted to sit. We decided to try local dishes, so my friend took delicious cheese gnocchi with a San Daniele ham that melted in the mouth, and I took some great cod paccheri. Both of us loved the place (and were sorry that the next meal coupon was for a sandwich at a stand).


Del The Game Fortress ho visto davvero poco perché sono stata quasi solo al nostro stand e ad un incontro con gli editori della Bao.
Nonostante questo e nonostante il mio portafoglio vuoto, sono riuscita a fare lo stesso acquisti: con il super sconto della fiera ho preso "Un grosso morbidoso bozzolo felice", la seconda raccolta delle vignette di Sarah Andersen (di cui avevo già parlato qui). Non c'è niente da fare, l'edizione Becco Giallo è più bella dell'economica americana che mi sono fatta regalare a Natale. In più in questo secondo volume ci sono tutte le mie vignette preferite. E ha la copertina pelosa!

I saw really little of The Game Fortress because I was only at our stand and at a meeting with Bao's publishers.
Despite this and despite my empty wallet, I managed to do purchases: with fair super discount I bought "Big Mushy Happy Lump", the second collection of cartoons by Sarah Andersen (of whom I had already spoken here). There is nothing to do, the Becco Giallo edition is better than the U.S.A. one I asked for on Christmas. Plus in this second volume there are all my favorite cartoons. And it has a fluffy cover!

4 commenti:

Nyu Egawa ha detto...

Che sfiga!! >_>
Poi i mezzi di trasporto pubblici non aiutano mai.. -_-
Sarà stata una bella sfacchinata!

Piperita Patty ha detto...

Sì e l'incontro con gli editori non è nemmeno andato molto bene. Però cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno: la città e il cibo mi sono piaciuti un sacco.

cristina ha detto...

L'odissea in confronto vi fa un baffo..
I mezzi pubblici come sempre lasciano un po' a desiderare..

Piperita Patty ha detto...

@Cristina: più che altro se la domenica non ci sono proprio treni come fanno gli abitanti di Palmanova a spostarsi? Devono avere per forza la macchina a meno che non ci siano bus. Ma che fatica!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...