martedì 30 giugno 2015

The Abyss (Orson Scott Card)

"Abissi" (The Abyss) è un libro scritto da Orson Scott Card, sulla base della sceneggiatura dell'omonimo film di James Cameron. Orson Scott Card è famosissimo per il ciclo di Ender , ha scritto la saga de Il settimo figlio e ha collaborato anche a Monkey Island, scrivendo gli insulti usati durante i duelli. James Cameron a sua volta è il regista di The terminator, Aliens, Titanic e Avatar.
L'ho letto solo perché l'ho avuto in prestito e perché conoscevo già l'autore, infatti in genere i libri tratti dai film sono abbastanza tremendi.
Invece questo mi è piaciuto moltissimo!
Parla della squadra di che lavora in un'avveniristica piattaforma petrolifera sottomarina, che viene incaricata, con l'aiuto di alcuni soldati delle forze speciali della marina, di recuperare un sottomarino statunitense affondato vicino alla fossa del Caimano in un misterioso incidente.
Ma dalle profondità della fossa del Caimano emerge qualcosa di inaspettato...
Nonostante sia un libro molto emozionante con un'azione concitatissima e mozzafiato, il suo centro sono i rapporti umani e in particolare quello fra Bud, il caposquadra della piattaforma, e Linsday, progettista della piattaforma e sua ex moglie. I personaggi, se non proprio credibili al 100% sono estremamente interessanti e ben studiati, perfettamente coerenti con il loro retroscena.
E' proprio questo lato umano che rende il libro così interessante e gli dà realismo nonostante tutti gli strani eventi che descrive.

"The Abyss" is a book written by Orson Scott Card, based on the screenplay of the film by James Cameron. Orson Scott Card is famous for the Ender series, wrote the saga of the seventh son and also worked on Monkey Island, writing the insults used during the duels. James Cameron, in turn, is the director of The Terminator, Aliens, Titanic and Avatar.
I read it just because I had borrowed it and because I already knew the author, in fact, generally novelizazions aren't so great.
Instead I loved this one!
It tells about a team working in a futuristic submarine oil platform, which is charged, with the help of some SEALS soldiers, to retrieve a US submarine that sank near the Cayman pit in a mysterious accident.
But from the depths of the pit of the emerges something unexpected...
Despite being a very exciting book with breathtaking action, its center are human relationships and in particular the one between Bud, the foreman of the team, and Lindsay, the designer of the platform and his ex-wife. The characters, if not 100% credible are extremely interesting and well built, perfectly consistent with their background.
It's this human side that makes the book so interesting and gives it realism despite all the strange events it describes.

Profumi dalla Grecia e altri regali/Scents from Greece and other presents

La madre e la sorella della mia Pelosa Metà sono state in Grecia e ci hanno portato in regalo tre mix di spezie per fare il pollo, l'insalata greca e lo tzaziki. Hanno un profumo ottimo!

The mother and sister of my Hairy Half went to Greece and gave us as a souvenir three spices mixes to prepare chicken, Greek salad and tzatziki. They smell great!

Mia suocera mi ha anche regalato un paio di pantaloni che non mette più. Sono come nuovi e infatti pensavo che lo fossero, anche perché hanno un modello e una stampa molto attuali.  È incredibile come la moda sia circolare!

My mother-in-law also gave me a pair of trousers that she doesn't wear anymore. They are as new and in fact I thought they were, because the model and print are quite trendy. It's amazing how circular fashion is!

Mio suocero invece mi ha regalato il casco che gli hanno dato insieme alla moto usata che ha comprato: è molto carino e soprattutto è della mia misura! Finora ho sempre avuto caschi di seconda mano troppo grandi, è tutto un altro mondo!

My father in law instead gave me the helmet he was given with the scooter that he bought used: is cute and above all it is in my size! So far I have always had second hand helmets that were too big, it's another world!

Ho accompagnato mia madre da Bottega Verde a comprare dei trucchi. Mi sono innamorata delle matite occhi intense nere con pagliuzze riflettenti colorate e alla fine ho fatto talmente gli occhi da Bambi che mi ha regalato quella con riflessi verdi (normalmente costano 10€, ma lei aveva degli sconti e l'ha pagata 3. Secondo me da BV non ha senso comprare a prezzo pieno).
Questa marca non mi ha mai entusiasmato per quanto riguarda il make up, ma stavolta ho visto varie cose carine. Mi sono trattenuta soprattutto perché ultimamente mi trucco pochissimo e quindi ogni acquisto dev'essere molto mirato e riguardare cose che uso davvero.

I accompanied my mother to Bottega Verde to buy make up. I fell in love with the intense black eye pencils with coloured reflections and I made Bambi eyes so well that she bought me the green one (it normally costs 10€, but she had discounts and paid it 3. I think it does not make sense to buy at full price at BV).
I've never been impressed by this brand's make-up, but this time I saw several nice things. I restrained myself mainly because lately I use make up so little that each purchase must be very focused so that I'll really use it.

Classic mori with wolves

Collana/Necklace: fatta io/selfmade
Gilet/Vest: fatto io/selfmade
Camicia/Shirt: mercato/open air market (10€)
Vestito/Dressusato, fiera di Sinigallia, Milano, modificato e stampato da me/used, Sinigallia open air market, Milan, altered and printed by me (5€)
Scarpe/Shoes: regalo/present

lunedì 29 giugno 2015

Saldi & Wishlist/Wishlist & sales

Quest'anno i saldi estivi in Italia partono fra il 3 e il 5 luglio e a seconda della regione durano fino a una data che va da metà agosto ai primi di settembre (qui in Lombardia partono il 4 luglio e finiscono il 1 settembre).
Io non dovrei comprare niente, sia perché il mio primo stipendio arriva a fine luglio, sia perché ho intenzione di fare shopping selvaggio in Giappone. Ma ormai mi conoscete, non so se riuscirò a trattenermi. E comunque di un paio di cose ho addirittura bisogno.
Ecco di seguito la mia wishlist, ordinata dalle cose utili a quelle completamente irrilevanti che però mi piacerebbe possedere:

- Dopo 2 anni e mezzo di fedele servizio, le mie scarpe da ginnastica stanno cadendo a pezzi. Il mio piano è tornare alla bancarella del mercato di via Benedetto Marcello dove le avevo prese e sperare che abbiano ancora Etnies o simili.
- Il mio unico ombrello funzionante è un ombrello omaggio bruttino che ha perso anche il manico. Più che altro per una questione di decenza vorrei comprarmene uno nuovo in negozio, magari con una bella stampa, sperando che duri di più di quelli degli ambulanti. Ne avevo visti di carini da Tiger, ma farò attenzione in generale, visto che il più bello che abbia mai posseduto l'ho preso da H&M.
- E' un sacco che punto i costumi con le frange. Se non ne trovo uno nemmeno quest'anno credo che lascerò perdere perché mi sto un po' stufando (in compenso rischio il costume con i fenicotteri).
- Nel mio ammasso di cardigan manca un colore fondamentale, il giallo senape. Al momento è il desiderio più longevo sulla mia wishlist, ma proprio non riesco a trovarlo come lo voglio e al prezzo che voglio.
- Mi piacerebbe un sacco una camicia bianca o chiara liscia da stampare con i miei timbri. Credo che però la cercherò sulle bancarelle dell'usato per spendere meno. E in generale terrò gli occhi aperti per altre cose da stampare.
- Agli scorsi saldi ho visto un sacco di anelli che mi piacevano (soprattutto da Tally Weijl e Pimkie), ma nessuno era della mia misura! Così mi è rimasta la voglia. Mi piacerebbe soprattutto avere uno o più anelli da falange. Questo è il desiderio più inutile perché non metto praticamente mai gli anelli, visto che mi danno fastidio quando disegno.

This year in Italy summer sales start between the 3rd and the 5th of July and, depending of the region, they last up to a date from mid-August to early September (here in Lombardy they start on July 4 and end on September 1st).
I shouldn't buy anything because my first paycheck arrives in late July, and because I want to do a lot of shopping in Japan. But, I do not know if I can help it. Anyway, I actually need a couple of things.
Here is my wishlist, ordered from the most useful to the completely irrelevant things that I'd like to have:

- After 2 ½ years of faithful service, my gym shoes are falling apart. My plan is to return to the market stall of Benedetto Marcello street where I bought them and hope that they still Etnies or similar shoes.
- My only working umbrella is an ugly freebie that also lost the handle. It's more a matter of decency than of usefulness, but I would like to buy a new one in a store, maybe with a nice print, hoping that it will last longer than those sold by street vendors. I saw nice ones at Tiger, but I will search in general, as I bought the most beautiful I've ever owned at H&M.
- I want a fringed bikini from some tim. If I can not find one even this year I think I'll drop because I am a bit tired of them (in return I may buy a flamingos bikini).
- In my pile of cardigans I'm lacking an important color, mustard yellow. It is currently the longes desire on my wishlist, but I just can not find one as I want and for a suitable price.
- I'd love a white or light coloured plain shirt to print with my stamps. But I think I will search for it at second hand stalls to spend less. And generally I'll look for other things to print.
- At winter sales I have seen a lot of rings that I liked (especially at Tally Weijl and Pimkie), but no one was my size! So I was left with this obsession. I especially would like to have one or more phalanx rings. This is the most useless craving because I almost never wear rings, as with them I feel uncomfortable when drawing.

Phantorama.1513×1513
Ma ho anche una wishlist più culturale! Mi piacerebbero il CD dei Phantorama (non costa nemmeno uno sproposito), un po' di fumetti e in particolare Il Porto Proibito di Stefano Turconi e Teresa Radice e una buona guida del Giappone per aiutarmi a organizzare il viaggio (qualcuno ha consigli? Mi hanno detto che in questo caso la Lonley non è buona). Spero di trovare qualche offerta in libreria durante i saldi!

But I also have a more cultural wishlist! I would like the CD by Phantorama (it doesn't even cost so much), some comic books, in particular Il Porto Proibito by Stefano Turconi and Teresa Radice and a good guide of Japan to help me organize the trip (do you have some piece of advice? Someone told me that in this case the Lonley is not good). I hope to find some offers in the libraries during the sales!

Senza maniche/Sleeveless

Mia madre mi ha chiesto di sistemarle questo suo vestito che aveva una manica strappata. È di cotone leggerissimo, quindi la soluzione che mi è parsa più sensata è stata trasformarlo in un vestito a maniche corte.

My mother asked me to fix this dress of hers that had a torn sleeve. It is made of very light cotton, so the solution that seemed more sensible to me was to turn it into a sleeveless dress.

Vista la buona riuscita dell'operazione, l'ho ripetuta sulla camicia di Massimo Dutti che avevo comprato usata a 2,50€. Dopo aver scoperto quasi subito che mancava un bottone e averlo sostituito con una bella perla di vetro sfaccettata, di recente mi sono accorta che aveva un grosso strappo sotto l'ascella, così, rosicando un po' (non l'avevo ancora messa), mi sono decisa a tagliare le maniche.

Given the success of the operation, I repeated it on the Massimo Dutti blouse I bought used for 2.50€. I discovered almost immediately that it was missing a button and I have replaced it with a nice faceted glass bead, but I recently realized that it had a big tear in the armpit, so, a bit annoyed (I had not worn it yet), I decided to cut the sleeves off.

Hippie witch

Orecchini a luna/Moon earrings: comprati in Messico/Bought in Mexico
Camicia/Blouseswappata/swapped
Maglietta/TeeMusShop (10€)
Gonna/Skirt: regalo/present
Scarpe/Shoesmercato in Liguria, regalo (mamma)/open air market in Liguria, present (mum) (10€)


venerdì 26 giugno 2015

Solo Pizza Cafè

Io e la Pelosa Metà siamo andati con un coupon a cena da Solo Pizza Cafè, che malgrado il nome oltre ad essere una pizzeria è anche un ristorante. La sede è in via Solari 6 a Milano.
La nostra offerta includeva un antipasto fisso, con quattro pizzette alla montanara e un cono di zeppoline di pasta cresciuta, pizza e dolce a scelta, bibita, acqua e caffè. Come pizze abbiamo scelto entrambi un calzone fritto, io con mozzarella, ricotta e salame e lui con provola, salsiccia e friarielli. Erano entrambi buonissimi (ma non certo leggeri, considerando che abbiamo preso anche antipasto e dolce, a posteriori avrei fatto a metà di una pizza e di un calzone normale). Come dolce abbiamo preso un tiramisù davvero buono (io non sono una fan di quelli confezionati, ho il forte sospetto che fosse fatto a mano).
Quindi cibo promosso a pienissimi voti! Sul menù c'erano anche pizze e piatti della tradizione storica napoletana.
Il personale era molto gentile, ma il servizio lento.
Il locale era carino, decorato in maniera sobria, non abbastanza elegante per una riunione di lavoro, ma adattissimo ad un appuntamento o ad un'uscita con gli amici. Però a metà cena si è staccata una decorazione dal soffitto e ha quasi colpito una delle ragazze del tavolo di fianco! I bagni non erano pulitissimi e il mio ragazzo mi ha detto che in quello dei maschi non c'era la chiave. In compenso mi è sembrato che tutte le parti del ristorante fossero accessibili anche alle persone in sedia a rotelle.
C'era anche una veranda all'aperto, sulla strada, che suppongo sia aperta solo d'estate.
Con il coupon abbiamo pagato un prezzo bassissimo, ma guardando sul menù (che è consultabile anche sul sito!) ho visto che i prezzi normali rientrano negli standard milanesi, con pizze non al di sopra degli 8,50€ (mentre spesso se ne trovano anche di più care), ma una margherita un po' più costosa della media, 6€. Secondo il mio calcolo un pasto normale dovrebbe costare sui 15€. 
Nonostante il servizio lento e l'incidente del soffitto, entrambi ne siamo rimasti molto soddisfatti e pensiamo di tornarci in futuro. Noi abbiamo fatto fatica a trovare posto, probabilmente anche per via delle offerte che stanno facendo, quindi se siete interessati vi consiglio di prenotare.
Per tutte le informazioni aggiornate, il menù e i e prezzi vi rimando al sito ufficiale.

Jupiter ascending

"Jupiter ascending" è un film di fantascienza statunitense-australiano del 2015, scritto, prodotto e diretto dai fratelli Wachowski, gli stessi di "Matrix", "V per vendetta" e "Cloud Atlas".
La protagonista è Jupiter Jones, una ragazza di origini russe immigrata clandestinamente negli U.S.A. che per lavoro fa le pulizie, che scopre di essere al centro di un conflitto fra i membri di una delle più potenti dinastie spaziali.
Le recensioni che ho letto sono per lo più critiche, per via di incoerenze nella trama e del fatto che fa troppo affidamento sugli effetti speciali, motivo per cui ne avevo rimandato la visione per un bel pezzo. E invece mi è piaciuto molto.
Fa leva sul complesso di Cenerentola, cioè su una ragazza insignificante che scopre di essere importantissima. Però lo fa con un'ironia che a me è piaciuta molto e rispetto ai film tipici di questo genere l'ambientazione fantascientifica e il finale sono una sorpresa. Secondo me questo tema potrebbe piacere particolarmente al pubblico femminile, bombardato fin dall'infanzia con questo genere.
Durante la visione non mi sono accorta di particolari incoerenze, anche se a posteriori, riflettendoci, qualcosa ho trovato.
Gli effetti speciali sono davvero spettacolari, gli amanti delle esplosioni al rallentatore e delle battaglie fra astronavi giganti rimarranno soddisfatti. In effetti chi li ha giudicati eccessivi non ha tutti i torti, rendono il tono epico-ironico del film.
In definitiva è una simpatica trashata e se lo guardate sapendolo vi divertirete. Se invece vi aspettate un'opera altamente intellettuale rimarrete delusi.

"Jupiter ascending" 2015 is an American-Australian science fiction film, written, produced and directed by the Wachowski brothers, the same of "Matrix," "V for Vendetta" and "Cloud Atlas".
The main character is Jupiter Jones, a girl of Russian origin illegally immigrated in the US who works as a cleaning woman, who turns out to be the center of a conflict between the members of one of the most powerful space dynasties.
The reviews I read were mostly critical, because of inconsistencies in the plot, and too much reliance on special effects, which is why I had postponed the vision for a long time. But I loved it.
It exploits the Cinderella complex, that is an insignificant girl who turns out to be important. But it does so with an irony that I liked a lot and compared to the typical film of this kind the science fiction setting and the ending are surprising. I think this theme might be particularly liked by women, bombed from childhood with this kind of stuff.
While watching I didn't notice a particular inconsistencies, although in retrospect I found something.
The special effects are spectacular, lovers of slow motion explosions and battles between giant spaceships will be satisfied. In fact those who judged them excessive have a point, they give an epic-ironic tone to the film.
Ultimately it is a nice trash film and, if you watch it knowing it, you will have fun. If you expect a highly intellectual work you'll be disappointed.

Outfit per un matrimonio/Outfit for a wedding

Orecchini/Earrings: fatti io/selfmade
Vestito/Dress: bancarella in Porta Genova, Milano/stand in Porta Genova, Milan (10€)
Scarpe/Shoes: Primark (10£)

Come vi avevo raccontato, domenica scorsa, per la prima volta durante la mia età adulta, ho partecipato ad un matrimonio. Ero un po' nervosa: per fortuna il mio abbigliamento andava benissimo, però è stata un'esperienza un po' traumatica perché è stata la mia prima amica a sposarsi.

As I told you, last Sunday, for the first time in my adult life, I attended a wedding. I was a bit nervous: luckily my outfit was fine, though it was a somewhat traumatic experience because it was my first friend to get married.

Senso di vecchiaia a parte, mi sono divertita un sacco perché c'erano tanti miei amici, ottima musica klezmer, un ricco buffet e l'open bar che ha trasformato la festa in una sorta di Woodstock con il prato pieno di gente brilla sdraiata sulle apposite coperte o che ballava a piedi nudi nell'erba.

Aside for feeling old, I enjoyed it a lot because there were many of my friends, excellent klezmer music, a generous buffet and an open bar that transformed the party into a kind of Woodstock with a lawn full of people lying on the dedicated blankets or dancing barefoot in the grass.

Zanna di lupo/Wolf's fang

Collana/Necklace: fatta io/selfmade
Maglietta/TeeCache Cache (4,50€ on sale)
Gonna/Skirtusata/used (2€)
Scarpe/Shoes: Primark (10£)

giovedì 25 giugno 2015

Kera di aprile e CanCam di Giugno/Kera, April issue and CanCam, June issue

Come avrete notato, ultimamente ho avuto sempre più problemi a procurarmi riviste giapponesi e ancora di più a procurarmele del mese giusto, quindi ogni tanto posto estratti di riviste vecchiotte.

As you may have noticed, lately I've had more and more problems to get hold of Japanese magazines and even more ones of the right month, so sometimes I post extracts of old magazines.

Di Kera di Aprile l'unica cosa che mi ha entusiasmato sono state le stampe a orsetti.

Of April issue of Kera the only thing that impressed me were the bear prints.

Visto che Kera mi ha dato poca soddisfazione, mi sono letta il numero di Giugno di CanCam, una rivista dedicata alle ragazze fra i 20 e i 29 anni (diciamo che sono più nel target rispetto alle riviste giapponesi che leggo normalmente), in stile mote-kei, cioè molto femminile e teso ad attrarre l'interesse dell'altro sesso, ma senza esibizionismo o una particolare individualità.

Since Kera gave me little satisfaction, I read the June issue of CanCam, a magazine dedicated to girls between 20 and 29 years (I'm more in their target than the Japanese magazines I usually read), mote- kei style, that is very feminine and wants to attract the interest of the opposite sex, but without exhibitionism or a particular individuality.

Bianco e blu è la mia combinazione di colore preferita, soprattutto per l'estate e soprattutto con fantasie a righe. Su CanCam c'erano un sacco di bei vestiti di questo genere!

White and blue is my favorite color combination, especially for summer and especially in striped patterns. On CanCam there were a lot of beautiful dresses of this kind!

Mi sono piaciuti molto anche il vestito ricamato a fiori, la borsa di paglia con la balena e le espadrillas a margherite.

I also really liked the flowers embroidered dress, the straw bag with the whale and the daisies print espadrillas.

Zanna, libellula e orecchini elfici/Tusk, dragonfly and elven earcuffs

Mi sono fatta un po' di nuovi gioielli di ispirazione elfica/mori. Sulle due collane non c'è molto da dire se non che la zanna era un mio vecchissimo lavoro con il cernit, che ho usato di nuovo la noiosissima ma efficace tecnica per trasformare un nastro in un cordino tubolare e che per qualche motivo le libellule stanno bene con un sacco di stili (elfico, mori, steampunk, art noveau...).

I made myself some new elven/mori inspired jewelry. I haven't much to say about the new necklaces except that the tusk was one of my old works with cernit, that I used again the boring but effective technique to turn a tape into a tubular string and that for some reason dragonflies fit well with a lot of styles (elvish, mori, steampunk, Art Nouveau ...).

Quartz Crystal Ear Cuff Oxidized Silver Ear Wrap No by knobbly, $46.00
Source
La cosa di cui sono più fiera però sono gli orecchini, ispirati a questa foto che mi ero salvata su Pinterest. Gli orecchini che avvolgono il padiglione auricolare invece che passare per un buco, spesso diventano architetture complicatissime che vanno a costruire orecchie da elfo con mille pendagli. Invece questo mi sembrava semplice ed elegante. Purtroppo non avevo abbastanza catenine né le pietre giuste per riprodurlo tale e quale, quindi mi sono arrangiata con quello che avevo in casa. Magari in seguito ne farò un altro paio.

The thing I'm most proud of, however, are the earcuffs, inspired by this photo that I saved on Pinterest. Earcuffs often become complicated architectures building elf ears with a thousand pendants. Instead this seemed simple and elegant. Unfortunately I did not have enough chains or the right stones to make exactly the same thing of the photo, so I made do with what I had at home. Maybe I'll make another pair in the future.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...