giovedì 31 gennaio 2013

La bambina che fece il giro di Fairyland per salvare la fantasia/The Girl Who Circumnavigated Fairyland in a Ship of Her Own Making (Catherynne M. Valente)

"La bambina che fece il giro di Fairyland per salvare la fantasia" è uno dei libri più carini che ho letto ultimamente (a parte l'orrida traduzione del titolo, che ci voleva a scrivere "la bambina che circumnavigò il paese delle fate in una barca di sua costruzione"??? Hanno proprio cambiato il senso!). L'autrice è Catherynne M. Valente, una scrittrice, poetessa, blogger e critica vincitrice di vari premi, che nelle sue opere riprende spesso fiabe, folklore e miti in chiave femminista e surreale.
Questo romanzo segue la storia di Settembre, una bambina di 12 anni che un giorno viene portata a Fairyland, un mondo magico dove vivono le fate e altre creature magiche e dove vivrà molte avventure. La struttura è quella di una fiaba, raccontata da un narratore ironico e distaccato che sembra riprendere certa narrativa vittoriana e che rende la storia perfettamente godibile anche da un pubblico adulto.
Le descrizioni sono meravigliose, ambientazioni, oggetti e personaggi sono talmente belli che fanno venire voglia di disegnare. Infatti il testo è illustrato da Ana Juan, in maniera molto gradevole, anche se non pienamente soddisfacente.
Anche il seguito, in cui Settembre ha 13 anni è molto carino e spero ci siano ulteriori libri della saga. Esiste anche un prequel, ma non l'ho letto.

"The Girl Who Circumnavigated Fairyland in a Ship of Her Own Making" is one of the cutest books I've read lately. The author is Catherynne M. Valente, a writer, poet, critic and blogger winner of numerous awards, who often uses fairy tales, folklore and myths in her work in a feminist and surreal interpretation.
This novel follows the story of September, a 12 year old girl who one day is brought to Fairyland, a magical world inhabited by fairies and other magical creatures and where she lived many adventures. The structure is that of a fairy tale, told by an ironic and distant narrator similar to the ones of some Victorian fiction, a thing that makes the story perfectly enjoyable even by adults.
The descriptions are wonderful, settings, objects and characters are so beautiful that make me want to draw. In fact, the text is illustrated by Ana Juan, in a very pleasant, though not fully satisfactory way.
Even the follow up, where September is 13 years old is very nice and I hope there will be more books in the series. There is also a prequel, but I have not read it.

Shopping & popcorn al cioccolato/Shopping & chocolate popcorn

Lo so, avevo detto che non avrei comprato più niente per un po'e avevo anche finito i soldi extra, ma ieri sono andata sul blog di Vanessa (una mori girl italiana!) e guardando i suoi acquisti a prezzi stracciatissimi mi è venuta voglia di farmi un giro fra i rimasugli scontatissimi dei saldi, che in teoria domani sarà tutto finito.
Da Terranova ho trovato a pochissimo due cose che desideravo e non potevo permettermi: la felpa di Scrat dell'era glaciale e un cappellino, che in totale costavano sotto i 10€. O meglio, sarebbero costati un deca, se non me li avesse regalati mio padre che è un grande fan di Scrat *W*

I know, I said that I would not have bought anything for a while and I had even finished extra money, but yesterday I went on Vanessa's (an Italian mori girl!) blog and looking at all her bargain purchases I felt like I wanted to go shopping for the super cheap leftovers of the sales, which in theory will all be over tomorrow.
At Terranova I found two things that I wanted and could not afford: Ice Age's Scrat sweatshirt, and a hat, which in total costed under 10€. Or rather, it would have costed like this, if my father, who is a big fan of Scrat, didn't bought me them *W*


Poi siamo passati da H&M, dove ho comprato un colletto peloso a 3€. Ad essere onesta non uso moltissimo nemmeno l'altro che possiedo, ma ho comprato questo perché ho in mente una modifica molto carina ad un collare di pelo.

Then we went to H&M, where I bought a furry collar for 3€. To be honest I do not use a lot even the one I already have, but I bought this because I'd like to try a cute alteration to a fur collar.

Source
Mentre ci aggiravamo a caccia di affaroni abbiamo ricevuto in omaggio due pacchetti del nuovo snack della Milka, popcorn al cioccolato. Ci aspettavamo che facessero schifo, invece non erano male, anche se probabilmente non andrei a comprarli spontaneamente.

As we wandered around in search of bargains we received complimentary two samples of the new snack by Milka: chocolate popcorn. We expected them to be awful, however they were not bad, although I probably wouldn't go buy them on my own accord.

Nonno, december issue


Questo numero conteneva un sacco di belle idea per cappottini e stili vintage

In this issue there were a lot of beautiful ideas for vintage coats and outfits

Voglio una gonna scozzese lunga e una borsa cerbiattosa

I'd like to have a long plaid skirt and a fake deer fur bag

mercoledì 30 gennaio 2013

Bridget Jones 3

Helen Fielding, l'autrice de "Il diario di Bridget Jones", il famoso romanzo trasposto in due film con Renee Zellweger, Hugh Grant e Colin Firth, ha annunciato che sta lavorando al terzo romanzo della serie. Nel frattempo pare che anche un terzo film sia in produzione.
Secondo le voci di corridoio, questa terza puntata della saga sarà ambientata ai giorni nostri, quindi Bridget sarà più vecchia e forse avrà un bambino.
Per me è una grande notizia, visto che questi sono fra i libri che mi hanno fatto più ridere in assoluto (mentre i film sono carini, ma non fra i miei preferiti). Anzi, in genere evito di leggerli in luoghi pubblici perché poi rido e la gente mi guarda come se fossi pazza.
Tuttavia di recente ho scoperto che Bridget Jones viene considerata un simbolo del fallimento del femminismo. In effetti ha senso: Bridget ha una carriera niente male, è indipendente, ha un sacco di amici, ma la sua vita sembra incentrarsi sull'essere sessualmente attraente per gli uomini e sulla ricerca del principe azzurro. E il fatto che il personaggio sia una parodia delle single trentenni inglesi dell'epoca peggiora le cose invece che migliorarle.
A questo punto mi piacerebbe chiedervi se pensate che il femminismo sia davvero fallito, o almeno se si siano fatti passi indietro piuttosto che avanti, ma fra veline, statistiche deprimenti sull'impiego femminile in Italia, uomini che vogliono ancora una donna a metà fra la madre, la puttana e la santa e è meglio farsi due risate con Bridget Jones.

Ho un pigiama identico, vorrà dire qualcosa?/I have the same pijama, is this a sign?

Helen Fielding, the author of "Bridget Jones's Diary ", the famous novel made ​​into two films starring Renee Zellweger, Hugh Grant and Colin Firth, announced that she is working on the third novel of the series. In the meantime, it seems that a third film is in production.
According to rumors, this third book of the saga will be set today, so Bridget will be older and perhaps have a baby.
For me it is a great news, since these are among the books that made me laugh more (the movies are nice, but not among my favorites). In fact, usually I avoid reading them in public places because I can't resist laughing and people look at me like I'm crazy.
However, I recently discovered that Bridget Jones is considered a symbol of the failure of feminism. In fact, it makes sense: Bridget has a pretty good career, is independent, has a lot of friends, but her life seems to be focused on being sexually attractive to men and on the search for the prince charming. And the fact that the character is a parody of the thirty-something British single women makes things worse rather than better.
At this point I'd like to ask you if you think that feminism really failed, or at least if society made steps backwards rather than forward, but, at least for Italy I already have a depressing answer, so it is better to have a laugh with Bridget Jones.

Fare una cover per e-book e altri aggeggi/To make a cover for e-books and other stuff

Se avete un e-reader di qualunque tipo e non volete rovinarvi con le costosissime cover ufficiali, questo è il tutorial per voi! Ho costruito una cover con pezzi di cartone, stoffa ed elastici, ma se preferite partire da un'agendina potete seguire:

Difficoltà: facile (necessarie abilità basiche di cucito)

Materiale: cartone spesso (io ho usato il retro di un album da disegno, ma più spesso è meglio è), stoffa robusta (io ho usato il pile), elastico (io ho usato quello da merceria, ma si possono anche riciclare elastici per capelli), due bottoni automatici (o velcro), necessario per cucire

If you have an e-reader of any kind and do not want to spoil yourself with the expensive official covers, this is the tutorial for you! I built a cover with pieces of cardboard, fabric and elastic, but if you prefer to use a notebook as a start you can follow:
2) La donna Camel's tutorial (that is only in italian)

Difficulty: easy (basic sewing skills needed)

Material: thick cardboard (I used the back of a sketchbook, but thicker is better), strong fabric (I used pile), elastic (I used haberdashery's, but you can also recycle hair's scrunchies), two snap fasteners (or velcro), necessary for sewing

Usando il vostro reader come modello, tagliate due pezzi di cartone uguali poco più grandi delle sue dimensioni

Using your reader as a model, cut two identical pieces of cardboard a bit bigger than it

Tagliate la stoffa in modo che copra i cartoni affiancati sia davanti sia dietro. Lasciate fra i due cartoni uno spazio poco più grande dello spessore del vostro reader e cucite su tre lati, lasciando aperto il lato lungo. Badate di avere un centimetro circa di avanzo fra i cartoni e la fine del lato lasciato aperto.
Otterrete così una "taschina" in cui infilare i due pezzi di cartone

Cut the fabric so that it covers the cardboard on both front and back. Leave a space slightly larger than the thickness of your reader between the two cardboard pieces and sew the fabric on three sides, leaving one long side open. You have to have around a cm between the cardboard and the side left open.
At this point you should have a "pocket" in which insert the two pieces of cardboard


Fare una cucitura nello spazio fra i due cartoni, in modo che non possano sovrapporsi

Divide the space between the two pieces of cardbord by sewing, so that they can't overlap

Aggiungete degli automatici in modo da chiudere le due taschine che contengono i pezzi di cartone. Conviene piegare verso l'interno un lato e sovrapporre l'altro, in modo da tenere il cartone più fermo.
In questo modo potrete sia lavare la cover sia sostituire i cartoni in caso si rovinassero.

Add the snaps to close the two pockets which contain the pieces of cardboard. It's better to bend inwards one side, and overlap the other, to keep the cardboard firmer.
This way you can both wash the cover and replace the the cardboards in case they get ruined.


Aggiungete un elastico per tenere chiuso il vostro "libretto". Prendete le misure dell'elastico mettendoci dentro l' e-reader, in modo che siano realistiche.

Add an elastic keep your "book" closed. Take measurements of the elastic with the 'e-reader in, so that they are realistic.

Aggiungete elastici sui quattro lati, come in foto, per tenere fermo il reader. E' bene che gli elastici siano ben tesi.
La donna Camél ottiene lo stesso risultato facendo quattro tagli sui quattro angoli della cover e inserendoci il reader. Se il vostro reader è touch il suo metodo è molto comodo, se avete bisogno di usare comandi che risulterebbero nascosti, invece, sono meglio gli elastici.
Buona lettura!!!

Add elastic on all four sides, as in the picture, to hold the reader in place. The elastics should be tight.
La donna Camél gets the same result with four cuts on the four corners of the cover in witch she inserts the reader. If your reader is touch her method is very convenient, but if you need to use buttons that would be hidden, the four elastics are better.
Have a nice reading time!!!

Civiltà della moda (Belfanti)

"Civiltà della moda" di Carlo Belfanti è un saggio del 2008 che traccia la storia della moda come fenomeno, dalle sue origini controverse all'età moderna.
L'autore insegna storia economica e infatti il suo approccio è prevalentemente economico. Il libro è fatto molto bene e si vede benissimo che Belfanti parte da una bibliografia molto ampia, ma a volte avrei preferito un approccio più orientato alla sfera della cultura. Infatti, anche per ovvie ragioni di spazio, per quanto riguarda i cambiamenti della moda legati a mutamenti culturali si tende a tagliare o a dare molto per scontato, come per quanto riguarda il movimento giovanile dei mods negli anni '50 di cui viene citato solo il nome (e di cui non sapevo assolutamente nulla prima di cercarlo con wikipedia ^^').
Anche l'abbigliamento delle varie epoche spesso viene descritto superficialmente, ma a questo suppliscono interessantissime figure.
Il punto forte del libro rispetto ad altri testi che trattano lo stesso argomento dovrebbe essere la sua analisi della cultura del vestire in India, Cina e Giappone per cercare di capire se il fenomeno della moda sia di origine unicamente europea o no. Quei capitoli sono estremamente interessanti, ma per quanto riguarda le conclusioni l'autore non mi ha convinto. Che abbia ragione o no, però, ho l'impressione che mancasse un sottotesto antropologico, che secondo me sarebbe stato molto utile per analizzare l'argomento.
Le citazioni di testi delle varie epoche di cui il testo è infarcito sono molto simpatiche, ma non aggiungono niente a livello di contenuto.
Per quanto riguarda il modo in cui è scritto, bisogna dire che è scorrevole e che Belfanti spesso tira le fila del discorso con dei comodi riassuntini (integrati nel testo, è difficile trovarli senza legglere tutto). Tuttavia ho fatto un po'fatica a finirlo perché non riusciva ad appassionarmi, non come un romanzo, che sarebbe chiedere troppo, ma come altri (molto pochi, bisogna dire) saggi che ho letto.
In definitiva lo consiglio a chi volesse farsi delle buone basi storiche sulla moda e non sia spaventato da un approccio abbastanza "scolastico" al tema.

Sorry, for what I know this book was never translated, but the author wrote other books and essays in english and some can be downloaded for free. Here you can find the titles. In the book I read, Belfanti, as he is an economical history professor, has a point of view centered on economy more than on the culture of the time and sometimes I felt I'd liked to have more cultural depth.

Mods (source)

martedì 29 gennaio 2013

Non-no november 2012

Scusate se posto una rivista di due mesi fa, ma leggendola ho trovato un sacco di outfit e idee carine che possono funzionare anche per la fine dell'inverno e l'inizio della primavera

Sorry if I post a magazine of about two months ago, but reading it I found a lot of cute outfits and ideas that may work evven for late winter and early spring

Outfit carini con gonna di tulle. Visto che i materiali sono così diversi mi piacciono anche monocolori.

Cute outfits with tulle skirts. As the texture of the materials is so different I like even the ones in only one color.

Il primo outfit anticipa le tendenze della prossima stagione. Voglio la maglietta con gli animali!

The first outfit anticipates the trends of the next season. I want the animal tee!

Scarpe e calze/Shoes and socks

Scozzese in declinazioni un po'mori

Plaid in slightly mori versions

Altri outfit un po'mori. La maglietta con lo scoiattolo è favolosa

Other mori-able outfits. The squirrel tee is awesome

Perché non riesco a trovare un cavolo di cardigan pelosetto mentre in Giappone ne hanno a palate?
Quello con le spalle di fuori è carino, ma un po'masochista

Why I don't seem to find any fluffy cardi and in Japan there are loads of them?
The one with cutout sleeves is cute, but quite masochistic.

Il colletto da camicia decorato è una bella idea facile da riprodurre. In effetti la sto realizzando proprio in questo momento, per cui la vedrete presto.
Carina anche l'idea dei "sovrascarpa".

The decorated shirt collar is a nice idea easy to replicate. In fact I'm making one right now, so you'll see it soon.
I like also the idea of the "shoe cuff".

Uno strano pacco dal Giappone/A strange packet from Japan

Ieri mi è arrivato un pacco dal Giappone. Era avvolto in questa stupenda carta floreale (che medito di riciclare in qualche modo).

Yesterday I received a package from Japan. It was wrapped in this beautiful floral paper (that I'd like to recycle in some way).

E dentro c'erano:
1) una torta al Cointreau, un liquore all'arancia, che promette di non essere niente male
2) dei cracker al rosmarino FATTI IN ITALIA O_O Sono strana io a pensare che sia quantomeno bizzarro mandare ad un'italiana una cosa italiana spendendo pure soldi?
Ma l'importante è il pensiero e comunque i crackers al rosmarino mi piacciono molto.

And inside there were:
1) a Cointreau, an orange liqueur, flavoured cake which promises to be yummy
2) MADE IN ITALY rosemary crackers  O_O It's only me or do you think that is strange to send something Italian to an  Italian spending money as well?
But what counts is the kindness and anyway I love rosemary crackers.

Punk & icecream (& cat)

Cappello/Hat:
Sciarpa/Scarf: mercato/open air market
Giacca/Jacket: usata/used
Spillette/Pins: da un sacco di posti/from a lot of places
Felpa/Hoodie: regalo (Pelosa Metà)/present (Hairy Half)
Pantaloni/Trousers: H&M (10€ on sale)
Scarpe/Shoes: Emporio Lima, Milano (15€)
Borsa/Bag: H&M

Mercoledì scorso ho avuto una di quelle irritanti mattinate in cui sei costretto a fare un sacco di vaccate organizzative e non riesci assolutamente a fare i lavori che dovresti.

Last Wednesday I had one of those irritating mornings when you're forced to do a lot of crap organization stuff and you don't absolutely succeed to do the work you should.

Mi sono tirata su di morale passando il pomeriggio dalla mia amica Ade a mangiare davanti alla prima serie di Misfits, un telefilm demenziale in cui un gruppo di teppisti mandati a fare servizio sociale acquista per caso dei superpoteri.

I cheered myself up spending the afternoon with my friend Ade eating in front of the first series of Misfits, a crazy tv show in which a group of thugs sent to do social service get superpowers by chanche.

O meglio, ho passato il pomeriggio dalla mia amica Ade e da quella molesta ma adorabile palla di pelo del suo gatto Paco! Cibo schifoso, tv e pet therapy tutto in uno!

Or rather, I spent the afternoon with my friend Ade and that annoying but adorable ball of fur of her cat Paco! Junk food, tv and pet therapy all in one!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...