mercoledì 31 ottobre 2012

Vampirus (Westerfeld)/Peeps (Westerfeld)

Source
Si parla di vampiri, ma più che un fantasy è un libro di fantascienza: infatti nel mondo di Vampirus il vampirismo è una malattia a trasmissione sessuale! Un'altra delle geniali idee di Westerfeld.
Cal, come milioni di giovani studenti, era più interessato a divertirsi che al corso di biologia per il quale si era trasferito a New York dal Texas. Oggi, dopo una notte con Morgan, una ragazza misteriosa e affascinante incontrata in un bar, la biologia è diventata la sua unica via di salvezza. Il rapporto con Morgan gli ha infatti trasmesso un parassita temibile, quello del vampirismo. Per fortuna Cal risulta essere un portatore sano: non si trasforma dunque in un cannibale impazzito, pur conservando un robusto appetito di carne, ma si ritrova dotato di sensi acuiti, forza e velocità sovrumane, anche se con una caratteristica piuttosto frustrante: una costante eccitazione sessuale. Un dramma per il ragazzo, che non può concedersi neppure un bacio se non vuole contagiare altre ragazze innocenti. Assoldato da un'antichissima organizzazione segreta che si occupa di tenere sotto controllo altri vampiri infetti come lui, i pip, ovvero i "parassita-positivi", Cal ha il compito di rintracciare le sue ex fidanzate, ormai contagiate, e catturarle perché possano essere curate (dal sito della Feltrinelli)
La storia è narrata attraverso il punto di vista gradevolmente ironico di Cal. C'è parecchia azione, ma sesso e violenza sono ad un livello accettabile da qualcunque genitore (purtroppo o per fortuna?). Il peggio è qualche dettaglio vagamente disgustoso sui parassiti davvero esistenti.
Anche se la storia è indirizzata ad un pubblico "giovane", il target è più adulto di quello de I diari della mezzanotte.
Non è un libro particolarmente profondo, ma è interessante, divertente e promuove il sesso sicuro.
Ha un seguito, Apocalypse Vampirus, che recensirò prossimamente (comunque vi anticipo che è decisamente peggiore).
✬✫✯
This book is a vampire story, but it's more science fiction than fantasy: infact here vampirism is a venereal disease! Another of Whesterfeld brilliant ideas.
Two days after arriving in New York for college, Cal loses his virginity to a girl who picks him up. From this encounter Cal picks up an STD, but this is an unusual one: it turns its victims into "peeps" -- parasite positives—raving cannibalistic monsters with unusual strength, night vision, heightened senses, and an affinity with rats. Cal himself turns out to be immune, but he's a carrier—he gets the strength and senses without the nasty side effects. But before he knows it he has infected others.
Cal is recruited by the Night Watch, a secret government organization that has existed for centuries to contain the disease and its victims. His first assignment is to capture all the girls he's infected. But soon Cal realizes that there is more going on than he has been told: the disease is changing in response to mysterious forces from under the earth that are waking up after centuries of slumber (from Wikipedia).
The story is told through the pleasantly ironic point of view of Cal. There is a lot of action, but sex and violence (unfortunately or fortunately?) are at a level acceptable by any parent. The worst are some vaguely disgusting details about actually existing parasites.
Although the story is addressed to a
"young" audience, the target is more adult than that of "Midnighters".
This book is not particularly deep, but it is interesting, fun and promotes safe sex.
It has a sequel, Apocalypse Vampirus, which I'll rewiew later (anyway I'll tell in advance that it's considerably worst)
.

Kera di Novembre/Kera, november issue

Due idee easy per halloween: corna da diavolo fatte con i capelli e calzamaglie da bambola

Two easy ideas for halloween: devil horns made ​​with hair and doll tights

Lolita


Classic lolita


Sweet lolita

Fairy kei

Punk

Buon Halloween!/Happy Halloween!

Source
Buon Halloween! Voi lo festeggerete in qualche modo?
Per me è un periodo sfigato, in cui per un motivo o per l'altro non posso partecipare agli eventi che mi piacciono di più: il capodanno celtico è saltato, non posso andare alla fiera del fumetto di Lucca perché non ho abbastanza soldi, domenica volevo fare un pic nic e invece faceva freddissimo e diluviava, stasera sono a scuola. Ma non mi arrendo! Ho intenzione di andare a scuola con un costume nello zaino (se non addosso) e dopo di corsa nella casa nuova dove tirerò fuori le bambole di porcellana inquietanti (le ragnatele ci sono già e sono vere) e mi farò una spaghettata di mezzanotte guardando film o telefilm a tema con la Pelosa Metà!

Happy Halloween! Are you going to celebrate in any way?
For me it is an unlucky period, in which for one reason or another I can not attend the events that I like the most: the Celtic New Year was blown, I can't go to the comic fair in Lucca because I haven't enough money, on Sunday I wanted to do a picnic and instead it was freezing and raining and tonight aI have to go to school. But I don't give up! I'm going to go to school with a custom in my backpack (if not wearing it) and after I'll go to the new house where I'll dig out the disturbing porcelain dolls (the cobwebs are already there and are true) and I will eat spaghetti at midnight watching themed movies or tv series with the Hairy Half!

Un'idea geniale di Kyary, la reginetta dello stile di Harajuku, per un costume senza il costume XD/A smart idea by Kyary, Harajuku's fashion queen, for a costume without a costume XD (Source)

martedì 30 ottobre 2012

C'era una volta/Once upon a time

Probabilmente avete sentito parlare tutti almeno una volta di "C'era una volta", visto che è un telefilm molto trendy. La trama:
un giorno un bambino bussa alla porta di Emma Swan, una cacciatrice di taglie e le dice di essere il figlio che aveva dato in adozione tanto tempo prima e che ha bisogno di lei per spezzare un incantesimo che imprigiona i personaggi delle favole nel nostro mondo, senza coscienza di essere stati prima qualcun'altro! Secondo il racconto del bambino, Emma è l'unica a potere spezzare questo maleficio perché è la figlia...di Biancaneve e del principe azzurro. E la persona che ha lanciato l'incantesimo è la regina cattiva di Biancaneve, che è anche la madre adottiva del bambino. Emma non crede alle parole del figlio ritrovato, ma decide di riaccompagnarlo a Storybrooke, il suo paesino e una volta lì...
Io di recente ho finito di vedere la prima stagione. Fino alla quarta puntata mi annoiava, poi mi sono intrippata tantissimo, ma non sono rimasta convinta dalla fine. Ho adorato le citazioni dei film Disney, i vestiti di Mary Margaret/Biancaneve (molto mori), il design di interni sempre a tema bosco (pure molto mori), la storia di Cappuccetto Rosso, ma tante altre cose non mi hanno convinto, in primo luogo la protagonista. Emma è una specie di Lady Oscar, sempre in stivaloni, jeans, giacca di pelle e lunga permanente boccolosa iperromantica (in fin dei conti è la figlia di Biancaneve e del principe azzurro!), ma vabbé. Però agisce in modo totalmente irrazionale per una che non crede all'incantesimo e comunque (spoiler in bianco) non ci crede per tutta la serie poi l'ultima puntata si converte all'improvviso dopo aver snobbato tutte le varie prove e in una ventina di minuti spezza l'incantesimo. WTF? Ci voleva così poco?
E il principe azzurro mi sta terribilmente sulle scatole. Però credo che vorrò vedere anche la seconda.
Voi l'avete vista? Cosa ne pensate?
A tema favole sto iniziando a vedere anche la serie Grimm.


You've probably all heard at least once "Once upon a time", as it is a very trendy tv series. The plot:
one day a child knocks on the door of Emma Swan, a bounty hunter, and says he is the son she had given up for adoption long ago and that he needs her to break a spell that imprisons the characters of fairy tales in our world, without being aware they were someone else before! According to the story of the child, Emma is the only one to be able to break this curse...because she is the daughter of Snow White and Prince Charming. And the person who cast the spell is the evil queen of Snow White, who is also the adoptive mother of the child. Emma does not believe the words of her lost son, but decides to accompany him back to Storybrooke, his village and once there ...
I've recently finished watching the first season. Until the fourth episode it bored me, then I went on a frenzy about it, but I was not convinced by the end. I loved the quotes from the Disney movie, the clothes of Mary Margaret/Snow White (very mori), the interior design always forest themed (also very mori), the story of Little Red Riding Hood, but many other things did not convince me, in particular the protagonist. Emma is a kind of Lady Oscar, always in boots, jeans, leather jacket and long curly romantic perm (in the end she's the daughter of Snow White and Prince Charming), but okay. But she acts in a totally irrational for someone who does not believe the spell and still (spoiler in white) she does not believe in it for the whole series and in the last episode suddenly is converted after having snubbed all the various pieces of evidentce and in twenty minute breaks the spell. WTF? It took so little?

And I don't like the prince at all. But I think I want to watch the second season.
You have you seen this series? What do you think?
I started to watch also the series Grimm that is also fairytale themed.

Seda di Ottobre/Seda, October issue

Seda di questo mese...non sembrava nemmeno Seda! Era pieno di nero, pelle, borchie, tutto molto trendy, ma totalmente fuori dal solito stile della rivista. Per quanto alcuni outfit mi piacessero, se devo leggermi una cosa del genere preferisco Non-no!

Seda's issue of this month seemed...not even seem Seda! It was full of black, leather, studs, all very trendy, but totally out of the usual style of the magazine. While I liked some outfits, if I have to read something like this I prefer Non-no!

Questo è il genere di outfits che mi aspetto da Seda! Adoro il motivo a mongolfiere sul vestito della ragazza con i capelli biondi corti. Avrei anche una stoffa a mongolfiere, ma devo procurarmi un cartamodello appropriato. E ho una passione per gli accessori fatti con i pon pon, se non avessi il terrore delle tarme ne farei a bizzeffe.

This is the kind of outfits that I expect from Seda! I love the baloon pattern on the dress of the girl with short blonde hair. I also have hot air balloons patterned fabric, but I need an appropriate sewing pattern. And I have a passion for accessories made ​​with pom poms, if I hadn''t the fear of moths I would have done a lot of them.

Ho visto i guanti a forma di zampa animale anche nel lolita ultimamente. Per quanto sia una fan dei cappellini con le orecchie spero che questa moda non prenda piede.

Lately I saw animal paw gloves also in lolita. Tough I'm a fan of hats with ears I hope that this trend does not take root.

Il paradiso delle gattare. E ancora non avete visto Spoon di Ottobre.

Cat ladies paradise. And you didn't see Spoon's October issue yet!

Becky

Ruby (Rosario Vampire)

Rosario Vampire è un manga che racconta la storia di un ragazzo che si ritrova in una scuola in cui studenti e professori sono tutti mostri! Io trovo che sia disegnato divinamente e che migliori nel corso della storia. Come genere è uno shonen, sottogenere anime, quindi ci sono un sacco di personaggi femminili. Anche se come genere non lo amo molto (mi chiedo sempre perché tutte le più fighe della situazione debbano innamorarsi di uno che di solito è anche brutto, sfigato e nemmeno particolarmente buono), qui la trama riesce a evolvere fino a diventare una storia di tutto rispetto. Esiste anche una seconda serie che è la prosecuzione del primo manga, ma non posso garantirla perché ne ho letto solo qualche numero.
Ruby è uno dei numerosi personaggi femminili. E' una strega, molto legata ai poteri della natura. Parte come antagonista dell'eroe per finire (uffa) come personaggio di secondo piano con una passione segreta per il bondage nel suo harem. Mi è sembrata un ottimo soggetto per un cosplay-costume di halloween perché adoro come si veste e volevo una scusa per copiarla il suo costume è molto semplice da realizzare con vestiti trovati in casa, quindi è ideale per un last minute, ma anche per un effetto finale più naturale (i costumi malfatti di tessuto lucido mi rivoltano nel profondo).

Rosario Vampire is a manga that tells the story of a boy who finds himself in a school where students and teachers are all monsters! I find that it is divinely drawn and that the drawings even improve during the manga. It is a shonen, sub-genre harem, so there are a lot of female characters. Although I don't love this kind of manga very much (I always wonder why all the hottest girl of the situation should fall in love with a boy who is also usually plain, uncool and not even particularly good), here the plot evolves to become a really good history. There is also a second series which is the continuation of the first manga, but I can not guarantee it because I read only a few numbers.
Ruby is one of several female characters. She's a witch, closely linked to the powers of nature. She starts as an antagonist of the hero to finish (Ugh) as a background character with a secret passion for bondage in his harem. She seemed like a good subject for a cosplay-halloween costume because I love how she dresses and I wanted an excuse to copy her hes costume is very easy to achieve with clothes found in the house, so it's ideal for a last minute costume, but also for a more natural final effect (bad quality costumes of shiny fabric revolt me deep inside).

Canotta/Top: mercato/open air market
Cintura/Belt: mercato/open air market (5€)
Scaldabraccia/Armwarmers: fatti io/selfmade
Gonna stracciata/Ragged skirtbho
Leggings: comprati in Giappone/bought in Japan
Pantofole/Slippers: regalo (fratello)/present (brother)

lunedì 29 ottobre 2012

Foglie autunnali & zucca/Autumn leaves & Pumpkin

Spilla/Brooch: fatta io/selfmade
Sciarpa/Scarf: tutto 50 cent in Liguria/ all for 50 cent shop in Liguria (0,50€)
Maglione/Jumpermercato di Papiniano, Milano/Papiniano open air market, Milan

Palio di Vigevano/Vigevano's medieval fair

Come già nel 2010 io e la Pelosa Metà il 14 siamo andati al palio di Vigevano. Non siamo riusciti ad iscriverci in tempo alla tradizionale cena medievale perché davamo per scontato che costasse molto, invece aveva prezzi contenuti. Due anni fa avevamo puntato un bar che però offriva cibo medievale solo a pranzo, quindi quest'anno siamo arrivati per pranzo e il bar non esisteva più -.- Abbiamo provato le "puccie" in un locale della piazza centrale che secondo la spiegazione dovevano essere una sorta di pizze da passeggio e che invece erano panini troppo costosi.

As in 2010 I and Hairy Half on the 14 went to the Palio of Vigevano, a medieval festival held in this city every year. We were not able to enroll in the traditional medieval dinner because we were late and took for granted that it costed a lot, instead it had good prices. Two years ago, we spotted a bar that offered medieval food but only for lunch, so this year we arrived for lunch and the bar did not exist anymore -.- In the central square we tried the "puccia" that according to the explanation had to be a kind of walking pizza and instead was a too expensive panini.

Quest'anno prima del palio vero e proprio si è tenuto il palio dei bambini, che era stato rimandato per maltempo, che ne è una versione semplificata. Fra un palio e l'altro, visto che erano aperti gratuitamente, abbiamo visto la pinacoteca e il museo della scarpa, a cui dedicherò un post successivo perché era molto interessante, e abbiamo esplorato le bancarelle. Purtroppo ho perso il mio gioco preferito, quello dell'albero del melo cotogno (in cui si lanciano segnalini in cestini posti a vari livelli di un albero finto) e dopo il palio siamo dovuti scappare perché avevamo un impegno, comunque è stato piuttosto carino. I costumi, come sempre, erano stupendi.
Ormai ho imparato che è meglio non andare ogni anno allo stesso palio perché in definitiva lo svolgimento è sempre uguale, cambia solo il vincitore, che agli esterni importa relativamente.

This year before the real games of the festival there were those of the children, that had been postponed due to bad weather and are a simplified version of it. Between a festival and the other, since they were open and free of charge, we saw the art gallery and shoes museum to which I will devote another post because it was very interesting, and we explored the stalls. Unfortunately I lost my favorite game, the quince tree (where you throw counters in baskets placed at various levels of a fake tree) and after the end of the games we had to run because we had a commitment, however, it was pretty nice. The costumes, as always, were wonderful.
I've learned that it is better not to go every year to the same festival because ultimately the performance is always the same, it just changes the winner, that isn't so important for people who come from outside the city (the teams are chosen in different neightbourhoods of the city).


Non è bellissima questa pettinatura?

Isn't this hairdo beautiful?

Frustrati nelle nostre aspettative di un pranzo medievale, ci siamo lanciati a fare compere alle bancarelle gastronomiche.

Frustrated in our expectations of a medieval lunch, we went in a shopping spree at the food stalls.

Sul posto ci siamo divisi una bruschetta con pesto di lardo (di cui abbiamo comprato anche un barattolino) e abbiamo bevuto del favoloso vino rosso dolce aromatizzato con limone e semi di melograno. Sul treno abbiamo mangiano una focaccia con crescenza, pere e uvette...

There we shared a bruschetta with beaten lard (of which we also bought a small jar) and we drank some fabulous sweet red wine flavored with lemon and pomegranate seeds. On the train we eat a focaccia with crescenza (a kind of soft cheese typical of Lombardia, a northen region of Italy), pears and raisins ...

...e a casa, dopo una passatina in microonde, due focacce divine, una con lardo e prugne e l'altra, la migliore, con radicchio e pancetta, e due panini, uno ai ciccioli e uno alle mele cotogne.

...and at home after heating them a bit in the microwave, two divine focaccia, one with bacon and prunes and the other, the best, with radicchio and bacon, and two breads, one with beacon and one with quince.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...